QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 20°32° 
Domani 23°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
mercoledì 29 giugno 2016

PUNTI LUCE — il Blog di Maurizio Cei

Maurizio Cei

Le mie prime esperienze sono legate al mondo educativo, in attività di recupero scolastico e sociale di minori segnalati dai servizi sociali cittadini. Da quasi vent’anni mi occupo anche di volontariato internazionale, prima come cooperante volontario in diverse parti del mondo (Kenya, Brasile, Angola,Mozambico), negli ultimi anni anche come membro del Consiglio di Amministrazione di una ONG, il Vides Internazionale.

L'inquinamento delle terre di mezzo

di Maurizio Cei - domenica 07 dicembre 2014 ore 22:35

I fatti emersi dalle indagini, che hanno messo in evidenza un sistema di malaffare diffuso in modo capillare, stanno mettendo in ginocchio non solo Roma ma anche, e per l'ennesima volta, la credibilità della politica e delle istituzioni agli occhi dei cittadini.

Quella terra di mezzo della quale si sente parlare in alcune intercettazioni telefoniche, oltre ad inquinare i piani alti del potere rendendoli marci oltre ogni lontana immaginazione, esaspera ancora di più la distanza fra gli attici dei potenti e i sotterranei della vita e della storia nei quali vive una gran parte della popolazione. Una popolazione sfiancata da una crisi che non dà segno di mollare la presa e sempre più disillusa dai suoi rappresentanti che, invece di dare un esempio di trasparenza e di correttezza, rafforzano in molti casi il loro potere trafficando con forze criminali ormai infiltrate all'interno delle istituzioni e della burocrazia statale.

Eppure, in un Paese normale, sacrifici e credibilità dovrebbero andare di pari passo. Come può essere credibile una classe dirigente che chiede sacrifici alle persone dalle quali è stata eletta, se poi nell'ombra conclude affari con chi punta solo ad arricchire se stesso?

In questi mesi e anni ci siamo sentiti dire più volte che l'Italia ce la può fare, perchè ha al proprio interno un patrimonio di energie, intelligenze, valori così importante da riuscire nell'impresa di farci uscire dal pantano nel quale da anni siamo bloccati.

Nessuna riforma istituzionale, nessuna riforma del mercato del lavoro o della pubblica amministrazione potrà essere sufficiente se prima non si riesce ad estirpare il cancro della corruzione, quello che più di ogni altro blocca gli investimenti esteri e la credibilità internazionale del nostro Paese. Viene da chiedersi dove sarebbe la nostra Italia se venisse incanalata in un sistema economico sano quella grande quantità di miliardi che, invece, ogni anno, viene investita nel malaffare e nella corruzione. Se questa prospettiva non fosse solo un miraggio probabilmente davvero il nostro Paese sarebbe alla guida dell'Europa per uscire fuori dalla crisi e per dare nuova linfa allo sviluppo e alla solidarietà.

Sono profondamente convinto che anche le situazioni emerse in questi giorni non debbano indurci nell'errore di pensare che i politici, gli amministratori, tutti quelli che a qualsiasi livello detengono un potere 'siano tutti uguali'. Sono sicuro che ci sono tante persone che si trovano in posizioni di vertice e che non hanno mai utilizzato rapporti e canali poco trasparenti per la propria scalata personale. Credo anche però che sia arrivato il tempo, per queste persone e per ognuno di noi, di rivendicare con i fatti, e non solo con le parole, quella moralità e quell'amore per la giustizia, la trasparenza, l'uguaglianza e il merito troppe volte annunciati ma troppo raramente dimostrati con azioni concrete.

Maurizio Cei

Articoli dal Blog “Punti Luce” di Maurizio Cei

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità