QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 13°16° 
Domani 10°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
lunedì 26 settembre 2016

Attualità sabato 23 gennaio 2016 ore 18:40

Nuovi alloggi popolari alle famiglie bisognose

Consegna degli immobili ottenuti dalla ristrutturazione della scuola elementare di Castelnuovo d’Elsa. Il sindaco: “Risposta all’emergenza abitativa”

CASTELFIORENTINO — Per otto famiglie bisognose, si volta pagina: hanno finalmente una casa tutta per loro, in collina, con un affitto calmierato rispetto ai prezzi di mercato. Nella sala rossa del Municipio, il Sindaco Alessio Falorni ha infatti consegnato loro le chiavi di otto nuovi alloggi popolari, ottenuti mediante un intervento di ristrutturazione realizzato da Publicasa Spa sulla vecchia scuola elementare di Castelnuovo d’Elsa. Era presente anche l’Assessore alle Politiche Abitative, Alessandro Tafi.

Dopo la cerimonia, il Sindaco e l’Assessore (insieme ad alcuni funzionari della società) hanno accompagnato le famiglie assegnatarie fino alla frazione collinare di Castelnuovo, allo scopo di perfezionare la consegna dell’immobile con tutte le informazioni e delucidazioni necessarie, relative al funzionamento degli impianti, ecc.. A Castelnuovo d’Elsa è intervenuto anche il Presidente di Publicasa SpA, Vincenzo Mollica

Un milione di euro il costo complessivo dell’intervento (finanziato dalla Regione Toscana), mediante il quale sono stati realizzati gli otto appartamenti, per lo più di piccole dimensioni (mediamente sui 50 mq), dunque adatti per giovani coppie, anziani, famiglie monoparentali (un solo genitore), in sintonia con i cambiamenti che si sono verificati negli ultimi decenni nella composizione delle famiglie italiane.

Le neo famiglie assegnatarie rispondono in pieno ai requisiti del bando emanato a suo tempo da Publicasa Spa, che a prescindere dal reddito familiare (che non doveva essere superiore ai 16.000 euro) contemplava un punteggio maggiore assegnato a famiglie con uno sfratto esecutivo o con presenza al loro interno di una persona invalida. Su otto alloggi assegnati, infatti, la metà è andata a famiglie con uno sfratto esecutivo, mentre tre su 8 presentano una persona invalida certificata (in alcuni casi queste caratteristiche si sommano). In altri tre casi, le famiglie sono composte da un solo genitore (uomo in un caso, donna negli altri due) con figli minori a carico; infine, un alloggio è stato assegnato ad una famiglia di anziani ultrasessantacinquenni. Quanto alla nazionalità delle famiglie assegnatarie, 7 su 8 sono italiane. Un dato che smentisce seccamente il luogo comune secondo cui gli alloggi popolari vengono assegnati quasi sempre a famiglie straniere.

“E’ un giorno felice – sottolinea il Sindaco Alessio Falorni – perché abbiamo dato una risposta all’emergenza abitativa di otto famiglie che si trovavano in una situazione davvero delicata, non solo da un punto di vista economico, ma anche e soprattutto per le loro caratteristiche, che le poneva in una condizione di necessità superiore rispetto ad una famiglia normale. Con questa assegnazione, sale a ben 216 il patrimonio di alloggi popolari che abbiamo a Castelfiorentino, a conferma della forte vocazione sociale di tutto il nostro territorio. Di questi 216 alloggi, solo 35 risultano assegnati a famiglie non italiane. Viene da sorridere, a guardare questi dati, se penso al luogo comune diffuso talora ad arte e in modo strumentale da una parte dell’opposizione, secondo cui le case popolari sarebbero assegnate solo a cittadini stranieri”.

Nel dettaglio, gli alloggi di Castelnuovo d’Elsa vanno da un minimo di 35 mq ad un massimo di 76 mq. Questo l’elenco: alloggio n. 1 mq 35,90, alloggio n. 2 mq 76,50, alloggio n. 3 mq 52,85, alloggio n. 4 mq 46,40, alloggio n. 5 mq 41,45, alloggio n. 6 mq 42,75, alloggio n. 7 mq 58,70, alloggio n. 8 mq 58,63. Gli appartamenti sono naturalmente stati realizzati con i più elevati requisiti di risparmio energetico, così come previsto dalle norme vigenti.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca