QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 19°30° 
Domani 19°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
lunedì 25 luglio 2016

Attualità martedì 26 gennaio 2016 ore 17:30

Servizi educativi, più equità e controlli

Approvato il nuovo regolamento Isee per nido, scuolabus, mensa, prescuola e campi solari. Il Comune promette più severità nell'esame dei documenti

CASTELFIORENTINO — Sono in arrivo le nuove fasce Isee che dovrebbero garantire più equità sociale, ma sono in arrivo pure maggiori controlli sulle certificazioni presentate per le agevolazioni riguardanti i servizi educativi.

Il Comune ha infatti approvato il nuovo regolamento dell'Indicatore Situazione Economica Equivalente. Il pacchetto, che contempla anche un nuovo regolamento approvato un mese fa dal consiglio comunale, interessa l’asilo nido comunale, il trasporto scolastico, il prescuola, le attività estive e la refezione scolastica.

Dal municipio fanno sapere che le tariffe con le nuove fasce Isee saranno applicabili a partire dal prossimo anno educativo e che, contestualmente, ci saranno maggiori controlli sulle certificazioni presentate.

Sia il nuovo regolamento che le nuove fasce Isee rappresentano la conclusione di un lavoro che ha coinvolto la giunta, gli uffici comunali, i sindacati e i genitori (nelle forme associative del Comitato Genitori e dell’Associazione Genitori Castelfiorentino).

Fra le novità si segnalano l’introduzione di una nuova fascia Isee per l’asilo nido e l’inserimento per la prima volta di fasce Isee negli altri servizi, con l’eccezione della mensa sulla quale l’Isee rimane invariata.

“Ringrazio fortemente tutte le parti sociali per il modo in cui hanno collaborato con l’amministrazione comunale in queste settimane – ha sottolineato l’assessore alla scuola e attività educative Francesca Giannì – perché siamo riusciti a cogliere un obiettivo davvero ambizioso, anche se dovuto: agire per garantire il pieno diritto di ogni cittadino a ricevere dal servizio pubblico tutto ciò di cui ha diritto di fruire, pagando in misura proporzionale alle proprie risorse. Con il nuovo regolamento comunale, andiamo incontro alle esigenze delle famiglie, e nel contempo attuiamo un vero “giro di vite” sui controlli relativi all’attestazione presentata. Puntualità delle verifiche, dunque, per una maggiore equità sociale”.

“Abbiamo scelto di effettuare una operazione coraggiosa – ha aggiunto il sindaco Alessio Falorni – mettere da subito in campo, accollandoci i rischi di mancato gettito, il nuovo indicatore Isee per la determinazione della fasciazione delle tariffe per i servizi a domanda individuale. Un’attività notevole per il nostro Ufficio Scuola e Politiche Sociali, condotta in concertazione con le parti sociali e le associazioni dei genitori. Un plauso all’assessore Giannì, che si è trovata ad affrontare subito questo tema spinoso e l’ha trattato con determinazione; il risultato sarà a beneficio di chi è più in difficoltà all’interno della comunità. Il nuovo Isee sembra essere molto più preciso del precedente, e quindi l’operazione di redistribuzione del carico fiscale sulla comunità castellana risulterà più equa”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Attualità