QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi -2°6° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
venerdì 09 dicembre 2016

Attualità giovedì 21 gennaio 2016 ore 17:10

La scuola del Fiano si fa bella

L'ex cinema e circolo di Fiano

Venerdì 22 gennaio, taglio del nastro della palestra convenzionata. E il 22 a Certaldo e il 29 a Tavarnelle lo spettacolo “Il sogno di Pinocchio”

CERTALDO — La scuola "Giovanni Pascoli" di Fiano si fa bella e, proprio in concomitanza con l'apertura delle iscrizioni scolastiche decretata dal Ministero (22 gennaio – 22 febbraio) vede lo svolgimento due iniziative che contribuiscono a valorizzare la qualità delle attività didattiche che lì si svolgono.

Venerdì 22 gennaio alle 16, il taglio del nastro dei rinnovati locali, che l'Associazione Circolo ricreativo e cinematografico di Fiano e Lucardo, ha ristrutturato, tenendo conto delle indicazioni date dal Comune di Certaldo affinchè lo spazio possa essere utilizzato anche come palestra. I locali sono quelli dell'ex cinema del Fiano, adiacenti al Circolo in piazza Gasparri, proprio di fronte alla scuola elementare. Il Comune di Certaldo ha quindi sottoscritto un contratto di locazione con l'associazione, grazie al quale per 15 giorni al mese i suddetti locali potranno essere usati come palestra dagli studenti della scuola primaria.

“Grazie a questo accordo le bambine e i bambini della Pascoli potranno usufruire di uno spazio che permetterà loro di svolgere regolare attività motoria al chiuso in ogni stagione dell'anno – dice l'assessore all'Istruzione, Jacopo Arrigoni – si completa così l'offerta didattica della nostra scuola di frazione, un presidio che siamo impegnati a mantenere perchè crediamo sia importante per la vitalità di tutta la località di Fiano. Per questo contiamo che si rinnovi la collaborazione con le famiglie che come noi credono in questo progetto, e che invitiamo ad iscrivere i propri figli alla scuola del Fiano, condizione indispensabile affinchè la scuola possa essere mantenuta. Ringraziamo anche l'associazione Circolo ricreativo e cinematografico di Fiano e Lucardo, per la collaborazione instaurata e mi auguro che, ora che i locali dell'ex cinema sono stati recuperati, possa esserci disponibilità e apertura nei confronti delle iniziative che sicuramente le associazioni e i cittadini del Fiano e non solo vorranno proporre e realizzare, con l'obiettivo di rendere sempre più animata e vitale questa piazza”.

E in concomitanza con questo taglio del nastro, venerdì 22 gennaio alle 18, alla Multisala Boccaccio di Certaldo, le bambine e i bambini della "Giovanni Pascoli" porteranno in scena lo spettacolo teatrale “Il sogno di Pinocchio”, iniziativa che coinvolge alcune classi ponte degli istituti comprensivi di Certaldo e di Tavarnelle, per dare continuità al curricolo degli alunni e sviluppare collaborazioni sul territorio. Le classi che hanno partecipato al progetto sono: le sez B e C scuola dell’infanzia Sturiale di Certaldo; 1 e 5 primaria scuola G.Pascoli Fiano; la 1 C secondaria di Certaldo; la 5 anni infanzia “La casa dell’Arcobaleno” di Marcialla - Barberino Val d'Elsa; la 1E secondaria di Tavarnelle val di Pesa. Adattamento teatrale della fiaba di Collodi curato e diretto da Lucia Baldi, costumi e scenografie realizzate da Filomena Antonicelli entrambe insegnanti della scuola.

“E' stato scelto il teatro come setting dell’esperienza educativa - spiegano le maestre - perchè questo aiuta a riconoscere i fili che ci legano agli altri e sollecita negli studenti un "sentire dentro" e un "sentire con", fondamentali per accettare l'altro e progredire in una crescita personale. Con il Teatro i bambini riescono a compiere una sorta di stretching emotivo, un esercizio che espande la loro sensibilità e migliora la consapevolezza di sé in modo naturale e divertente. A cominciare dalle prove, e dal graduale processo di immedesimazione in un ruolo che imbarazza e eccita al tempo stesso perché chiede agli alunni di immaginarsi in qualcosa di diverso portandosi dietro, però, molto di loro stessi…”.

E per le prove di preparazione allo spettacolo nelle settimane scorse le maestre e bambini del Fiano hanno creato un sorta di cantiere itinerante che si spostava da un versante all’altro della collina per scendere a Tavarnelle o a Certaldo e far recitare insieme a volte anche cento bambini contemporaneamente. Un’esperienza scolastica di grande ricchezza che ribadisce l’originalità e la qualità dell’offerta formativa della scuola di Fiano capace di regalare ai suoi alunni esperienze di vita, oltre che di scuola, avvicinando i due poli come nella tradizione del grande maestro certaldese Bruno Ciari.

Lo spettacolo sarà poi replicato venerdi 29 gennaio nell’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo di Tavarnelle, sempre alle 18.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Attualità