QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 17° 
Domani 12°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
mercoledì 25 maggio 2016

Attualità lunedì 18 gennaio 2016 ore 11:30

Rigosecco, commemorato il 72esimo anniversario

Nell'eccidio di Montalcino morirono due certaldesi. Ricordate anche le vittime dei bombardamenti alleati

CERTALDO — Si è svolta in questi giorni la commemorazione dei fatti di guerra del gennaio 1944, ovvero della morte del certaldese Dino Bellucci, trucidato a Genova con altri partigiani il 14 gennaio, e dell'Eccidio di Rigosecco (Montalcino) dove nello scontro con i fascisti repubblichini furono uccisi li partigiano certaldese Luigi Marsili (detto Prudore) ed il senese Luciano Panti.

Commemorato anche l'anniversario del bombardamento di Certaldo da parte delle forze di liberazione alleate, anch'esso avvenuto il 15 gennaio 1944, nel quale persero la vita tanti certaldesi, tra cui molti ospiti della casa di riposo e la madre superiora.

Le celebrazioni, organizzate dall'Anpi, rappresentata da Marcello Masini, e dal Comune di Certaldo, rappresentato dall'assessore Clara Conforti, hanno visto la deposizione delle corone di fiori sulle tombe dei partigiani al cimitero comunale, alla Casa di riposo Egiziano Giglioli, e la visita della delegazione del Comune di Certaldo e di altri Comuni senesi, sul luogo dove avvenne l'eccidio di Rigosecco.

Alla commemorazione di Rigosecco hanno partecipato gli studenti delle classi terze A, B, C, D, E e G della scuola media Boccaccio, accompagnati dalla professoressa Laura Trafieri. Gli studenti Federico Zambion e Kristel Shabani della classe 3D e Simone Nannetti della classe 3G hanno letto alcune poesie e le loro riflessioni su queste vicende.

Gli studenti, gli amministratori e i partigiani presenti hanno poi ascoltato Marcello Masini che ha raccontato i fatti e le vicende che avvennero in quei giorni.

“Facciamo un plauso alle nostre scuole – ha dichiarato Clara Conforti assessore alla memoria storica del Comune di Certaldo – per l'importante lavoro che quotidianamente svolgono. Un lavoro che non si ferma in classe, ma che grazie ad un impegno coordinato fra tanti soggetti dà l'opportunità agli studenti di conoscere il territorio, la sua storia e poter interagire con chi l'ha realmente vissuta; questo fa della nostra scuola un esempio virtuoso nell'ambito della trasmissione della memoria storica. Un grazie sincero a Marcello Masini che ha emozionato tutti i presenti con le sue parole e i ricordi di quei giorni”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità