QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 20°30° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
giovedì 28 luglio 2016

Attualità lunedì 04 gennaio 2016 ore 16:30

Le scuole nei musei empolesi

Percorsi didattici per gli alunni di ogni ordine e grado. Coinvolti tutti gli istituti, dagli asili alle superiori. Una serie di visite guidate

EMPOLI — Sono ormai 22 anni che il Comune di Empoli propone alle scuole della città un piano formativo per alunni di tutte le età che offre visite guidate nei musei della città.

I percorsi progettati dalla Sezione didattica dei Beni Culturali del Comune di Empoli per le scuole riguardano tutti i musei cittadini (Museo della Collegiata, Museo del Vetro, Museo Civico di Paleontologia, Casa del Pontormo), l’Archivio Storico e la storia della città. Hanno riscosso anche lo scorso anno notevole successo e hanno interessato ben 4.559 alunni.

Per il 2016, anno del 150° anniversario della nascita di Ferruccio Busoni, sotto il coordinamento della responsabile dei Beni Culturali del Comune di Empoli, Cristina Gelli, sono stati previsti anche percorsi di approfondimento con oggetto il musicista empolese e la sua casa natale in piazza della Vittoria.

"Ogni anno presentiamo alle scuole percorsi, laboratori creativi e progetti speciali legati al nostro patrimonio. L'obiettivo della programmazione è mettere lo studente al centro di ogni esperienza conoscitiva – scrivono nella presentazione del libretto il sindaco Brenda Barnini e l’assessore alla cultura Eleonora Caponi –. L’approccio alle opere e ai vari temi è sempre interdisciplinare, interattivo, ludico e coinvolgente e fa leva sulle emozioni perché l’incontro con i tesori della nostra città lasci un segno profondo nella memoria di ciascuno. Secondo un metodo ormai sperimentato, i percorsi sono architettati affinché dipinti, sculture, oggetti e temi abbiano un ruolo centrale e vengano utilizzati come eccezionale strumento educativo per la crescita e lo sviluppo delle capacità dei giovani cittadini empolesi".

Le proposte della Sezione Didattica dei Beni Culturali alle scuole empolesi si sono presentate, per quest’anno scolastico, rinnovate nella veste grafica e mutate nei contenuti. Cambiando in parte le proposte, si è voluti andare incontro alle sollecitazioni ricevute nel corso degli anni da parte degli insegnanti. L’obiettivo è rendere l’esperienza della visita al museo o dell’incontro con la nostra storia un momento piacevole nel percorso di formazione degli studenti di ogni età, dai bambini della scuola dell’infanzia ai ragazzi delle scuole medie superiori.

Con il nuovo approccio, la lezione frontale è sostituita da quella dialogata e accompagnata da giochi a squadre di varia natura, che costituiscono il momento di verifica, in chiave ludica, degli apprendimenti.

Come detto, ai contenuti rinnovati fa da accompagnamento anche una nuova grafica; la copertina è frutto della maestria di Camilla Garofano.

L’interessa libretto presenta le proposte formative che si collocano nell'area dell'educazione al patrimonio culturale, anello di congiunzione tra tutela e valorizzazione. In colore rosso le proposte per la scuola dell’infanzia, in blu quella per la primaria, in rosa per la scuola secondaria.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità