QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 20°32° 
Domani 18°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
giovedì 25 agosto 2016

Attualità venerdì 15 gennaio 2016 ore 09:00

Riorganizzazione in cinque fasi

Polizia Municipale: un corpo unico per tutta l'Unione. E dalla prossima settimana si parte con i servizi serali

EMPOLI — Dopo la positiva chiusura della vertenza sindacale e la firma dello scorso mercoledì 23 dicembre sull’accordo siglato dalla Rsu della Polizia Municipale e dai sindaci dell’Unione Empolese Valdelsa, è il momento di dare attuazione ai punti fondamentali di quell’intesa.

Cinque i punti fondamentali che andranno di fatto a riorganizzare, potenziandolo, il servizio dei vigili urbani sul territorio degli undici Comuni dell’Unione Empolese Valdelsa. Fra questi i tre passi imprescindibili sono la realizzazione di una centrale unica, di unico nucleo di polizia stradale e la riattivazione dei servizi serali.

"Si tratta della prima fase della riorganizzazione generale che avrà ulteriori sviluppi con il trasferimento del personale – spiega la comandante Annalisa Maritan -. Questi 5 punti sono passaggi importanti e fondamentali per lavorare tutti insieme sentendoci parte di un unico corpo dell'Unione. E' necessario attuarla il prima possibile per garantire l'ottimizzazione delle risorse che abbiamo. Per la buona riuscita c'è bisogno della collaborazione di tutti e so di poter contare su ognuno dei miei Vigili, soprattutto dopo la fase difficile che c'è stata e che si è felicemente conclusa qualche settimana fa. Ora dobbiamo partire alla grande!".

CENTRALE OPERATIVA UNICA - Dovrà avere copertura in orario antimeridiano, pomeridiano e serale. Il personale sarà formato adeguatamente per rispondere alle chiamate provenienti dal territorio degli 11 comuni. I cittadini chiameranno un solo numero telefonico per rivolgersi alla polizia municipale dell’Unione.

NUCLEO DI POLIZIA STRADALE – Il nucleo di polizia stradale sarà chiamato ad effettuare il servizio di pronto intervento su tutto il territorio dell'Unione. Ad ogni pattuglia sarà assegnata una zona da monitorare. Al suo interno ci sarà l'ufficio incidenti dell'Unione che elaborerà, secondo un unico sistema, gli incidenti rilevati nel territorio Empolese Valdelsa.

TERZO TURNO – La riattivazione del terzo turno serale, fin dalla prossima settimana, è una delle richieste arrivate anche, tramite il Prefetto di Firenze, da parte Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, e di fatto va ad aumentare la presenza delle forze dell’ordine nelle ore notturne. I turni serali si svolgeranno di norma due volte alla settimana. Mentre per manifestazioni particolari (eventi o partite di calcio) saranno organizzati servizi appositi. Saranno suddivisi su tutto il personale secondo un calendario mensile. L’orario in cui si svolgeranno sarà dalle 19 alle 1 della notte, ma potrebbe anche essere dalle 20 alle 2 o comunque modulabile a seconda delle esigenze. In questa prima fase, in attesa dell’arrivo della nuova dotazione di giubbotti antiproiettile (già ordinati), il servizio sarà attivo di norma dalle 16 alle 22.

UFFICIO SERVIZI - Costituzione dell’ufficio servizi, assolutamente necessario per organizzare il lavoro sul territorio. Deve avere l'esatta cognizione di quelle che sono le manifestazioni, gli eventi e le istanze di tutti i Comuni, in modo da poter dislocare il personale nella maniera più efficiente per rispondere alle richieste della cittadinanza.

PROCEDURE UNIFORMATE – Per consentire una maggiore presenza del personale di vigilanza sulla strada è necessario trasferire alcuni procedimenti di carattere esclusivamente burocratico, attualmente in carico ai vigili urbani, agli uffici amministrativi dei Comuni.

IL SINDACO DELEGATO - "Dopo un anno di trattative sindacali, durante le quali gli agenti della polizia municipale hanno garantito i servizi standard sul territorio – spiega il sindaco di Fucecchio, Alessio Spinelli, con delega per l’Unione alla Polizia Municipale – , è necessario adesso un deciso cambio di passo. Come Unione dei Comuni abbiamo garantito agli agenti tutta la strumentazione e le dotazioni necessarie per svolgere al meglio i servizi e quindi non ci sono più alibi. D’altronde ci sono indicazioni precise da parte del Prefetto su quale direzione debba prendere l’attività della polizia municipale; penso in particolare all’uniformazione delle procedure ma soprattutto ai servizi notturni".

"L’obiettivo di fondo deve essere quello di creare un corpo unico di Polizia Municipale per tutta l’Unione dei Comuni con gli agenti che a rotazione operino in tutta l’area e non solo nel Comune del proprio comando territoriale. In questo senso devo dire che la dott.ssa Annalisa Maritan sta svolgendo con grandi capacità il proprio ruolo di comandante nonostante venga spesso “tirata per la giacca” da noi sindaci ognuno per le proprie specifiche necessità sul territorio".

"Infine ritengo sia necessario procedere quanto prima ad una nuova ripartizione dei costi della polizia municipale tra i vari Comuni. Una ripartizione che dovrà avvenire sulla base dei servizi standard effettivamente svolti nei vari Comuni e non più sulla base delle risorse economiche impiegate in passato che ovviamente vedevano i Comuni con più agenti sfavoriti economicamente rispetto agli altri"..

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità