QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 12°18° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 31 maggio 2016

Attualità venerdì 05 febbraio 2016 ore 07:30

Vaccino per meningite, attese 5mila dosi

Dopo gli ultimi casi la richiesta è aumentata, anche nella zona di Empolese e Cuoio. Ecco le modalità di accesso

EMPOLI — Dopo gli ultimi casi di meningite in Toscana, è ripresa la richiesta di vaccino anti meningococco C o quadrivalente (ACWY) da parte della popolazione, anche da parte di persone di età superiore ai 45 anni che resta il limite di età per l'offerta gratuita del vaccino.

La ex Asl 11 nel corso del 2015 e nella prima metà digennaio 2016 ha complessivamente somministrato, tramite i medici di famiglia o i centri vaccinali aziendali, oltre 33mila dosi di vaccini per il meningococco C.

La vaccinazione, secondo le indicazioni regionali, riguarda soprattutto la fascia di età compresa tra gli 11 e i 20 anni, che è considerata quella più a rischio e quella in cui si concentrano i portatori: si stima che oltre il 65% dei residenti tra gli 11 e i 20 anni abbia ricevuto la vaccinazione nell'ultimo anno.

Fino a giugno 2016 è stata, inoltre, confermata la vaccinazione gratuita anche per i soggetti di età compresa tra i 20 e i 45 anni: nell'area empolese sono circa 20mila le persone di questa età già sottoposte alla vaccinazione.

I casi di malattia meningococcica, verificatisi in Toscana nell'ultimo anno, hanno interessato prevalentemente giovani adulti, soprattutto tra i 20 e i 40 anni, a conferma della strategia vaccinale adottata. I casi sopra i 45 anni sono limitati, ma al momento vi è un aumento di richiesta di vaccini in questa fascia di età, in cui la vaccinazione è disponibile con il pagamento di una quota (compartecipazione del costo) prevista dal tariffario regionale, a seconda del tipo di vaccino utilizzato (contro il solo C o quadrivalente ACWY).

L'inatteso incremento della domanda in questa età ha determinato una rivalutazione della fornitura dei vaccini ai medici di famiglia, con una previsione per il mese di febbraio che è salita a circa 5000 dosi. La ridefinizione dei fabbisogni ha determinato qualche ritardo nell'acquisizione dei vaccini e nella consegna ai medici. Si prevede di poter tornare alla normalità entro un paio di settimane, per poi garantire regolari forniture in seguito.

Queste le modalità di accesso alle vaccinazioni anti meningococco C:

- tra gli 11 e i 18 anni: prenotazione tramite CUP (tel. 0571 7051). I nati nel 2001 vengono invitati presso i centri vaccinali con offerta della vaccinazione assieme al richiamo per difterite-tetano-pertosse;

- sopra i 18 anni: tramite il proprio medico di famiglia.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità