QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 17°25° 
Domani 18°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
sabato 26 maggio 2018

Cronaca sabato 21 aprile 2018 ore 16:05

I predatori di pellame nella conceria dismessa

In manette due uomini, residenti nel pisano, sorpresi dai carabinieri all'interno dell'azienda a Ponte a Cappiano non più attiva



FUCECCHIO — I carabinieri della stazione di Fucecchio hanno arrestato due uomini di 34 e 41 anni, residenti nel pisano, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio, per tentato furto di pellame in una conceria dismessa.

L’operazione è scattata venerdì sera intorno alle 20 nella frazione Ponte a Cappiano. Qualche giorno prima alcuni addetti ai lavori della zona avevano segnalato ai militari dei movimenti sospetti, in particolare nei pressi della conceria che non era più attiva da qualche tempo, nonostante all’interno vi fossero ancora cospicue quantità di pellame semilavorato. 

Ieri sera i carabinieri hanno quindi svolto un servizio di osservazione per verificare l’informazione e si sono appostati nei pressi della conceria. Intorno alle 8 sono arrivati i due soggetti a bordo di un’auto, hanno “nascosto” il mezzo e si sono avviati verso il cancello “armati” di torcia. Dopo aver scavalcato, sono entrati nello stabile e i militari li hanno seguiti a distanza. 

I due, una volta all’interno, sono entrati nel magazzino e hanno iniziato a tagliare i pacchi per estrarre il pellame dalle confezioni. Dopo aver fatto un bel mucchio, hanno iniziato il trasporto verso l’auto ma sono stati immediatamente bloccati dai carabinieri. 

Sicuramente non era la prima volta che i due si introducevano nella conceria portando via pellame ogni volta di qualità diversa. Infatti le successive perquisizioni hanno permesso di individuare e sequestrare, presso l’abitazione di uno dei due, altro pellame di dubbia provenienza, probabilmente sottratto nei precedenti raid.

I due uomini sono stati giudicati per direttissima stamattina al Tribunale di Firenze.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Attualità

Cronaca