QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 10° 
Domani 20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 17 ottobre 2017

Attualità mercoledì 20 settembre 2017 ore 17:20

Giornata per la sicurezza stradale dedicata a Sara

Sara Scimmi

Domani, 21 settembre, la polizia municipale dell’Empolese Valdelsa aderisce al progetto Edward, per ridurre i morti sulle strade

MONTELUPO — Edward è un acronimo ingelese che sta per European Day Without A Road Death, Giornata europea senza un morto sulla strada. Si tratta di una campagna promossa dalla Commissione Europea con l’obiettivo di ridurre il numero dei morti e dei feriti per incidenti stradali, alla quale la muncipale dell'Empolese Valdelsa aderisce per il secondo anno consecutivo, intensificando i controlli.

Quest'anno, poi, l'adesione è dedicata alla morte della giovane Sara Scimmi di Castelfiorentino, vittima di omicidio stradale sulla Sr429.

Una campagna che diventa quanto mai necessaria alla luce dei dati, che parlano di 1600 morti in Italia e di 25mila in Europa ogni anno. Distrazione, cattive condizioni del veicolo, guida in stato di ebbrezza, uso del telefono cellulare e mancato rispetto delle infrastrutture progettate per gli altri utenti della strada sono i principali motivi di incidentalità sulle strade europee.

Governi, cittadini, scuole, università, enti o associazioni sono invitati a organizzare attività di sensibilizzazione ed eventi, da tenersi mercoledì 21 settembre, durante la Settimana Europea della Mobilità, che possano stimolare un ripensamento delle abitudini e degli atteggiamenti degli utenti della strada: l’obiettivo è che il 21 settembre in UE non ci siano morti su strada.

Lo scorso anno in tutto il territorio vennero controllati 226 veicoli, con 33 sanzioni a carico di automobilisti. L’infrazione più ricorrente è stato il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza; segue l’uso dei cellulari; il superamento dei limiti di velocità. Dai controlli emerge che oltre il 14 per cento degli automobilisti tiene comportamenti scorretti alla guida, alcuni dei quali, sono indicati a livello nazionale come la causa principali di incidenti e morti sulle strade. Ovviamente l’intento non è quello di sanzionare ma di sensibilizzare le persone.

Gli hashtag per seguire e partecipare alla discussione europea sono #ProjectEdward e #mobilityweek.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità