QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 10° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
giovedì 14 dicembre 2017

Attualità venerdì 24 novembre 2017 ore 17:00

​Discariche abusive, il Comune cerca guardie

Una discarica abusiva (foto d'archivio)

Sono quattro le figure volontarie ricercate. L'amministrazione in prima linea contro il degrado, sono 273 le denunce fatte in tre anni

VINCI — L’amministrazione comunale di Vinci dichiara guerra al degrado ambientale. Si sta concludendo, infatti, l'iter per la selezione di 4 nuove Guardie ambientali volontarie (GAV), che andranno a supportare il lavoro di controllo del territorio operato dalla polizia municipale. 

Le GAV avranno compiti di vigilanza, mediante la segnalazione dei casi di degrado ambientale e delle relative cause alle autorità competenti. In particolare, svolgendo verifiche, a seguito di esposti di cittadini o in esecuzione di programmi di controlli a campione, su presunte trasgressioni della normativa sui rifiuti, come il conferimento irregolare al servizio di raccolta RSU, l'abbandono di rifiuti o le discariche incontrollate, gli scarichi di reflui domestici incontrollati o non autorizzati, le emissioni irregolari in atmosfera. 

Come spiegato dal Comune le guardie "dovranno anche individuare e segnalare le trasgressioni ai regolamenti di polizia urbana e rurale, come ad esempio la presenza di fabbricati o terreni tenuti in stato di abbandono. Infine, avranno anche il compito di verificare la regolare iscrizione dei cani alla anagrafe canina e di promuovere iniziative di informazione ed educazione ambientale, sia nelle scuole che in occasione di manifestazioni pubbliche, anche per rendere noto ai cittadini la funzione civica delle GAV. Saranno dotate di tutte le attrezzature necessarie per lo svolgimento delle loro funzioni, tra cui un mezzo di trasporto e le fototrappole per monitorare le aree maggiormente a rischio". 

L'azione del Comune nel corso degli ultimi anni ha consentito di ridurre i fenomeni di abbandono dei rifiuti. Delle 273 sanzioni comminate dalla municipale negli ultimi 3 anni, infatti, ben 139 riguardano il 2014, quindi oltre il 50 per cento del triennio preso in considerazione. Numeri che sono dunque andati scemando negli anni successivi: i reati denunciati nel 2015 sono stati 99, circa il 36% del totale, mentre nel 2016 il numero di sanzioni è sceso a 61, quindi il 22 per cento rispetto al triennio. 

“La costituzione delle Guardie ambientali volontarie è per noi motivo di grande soddisfazione - ha commentato l'assessore all'ambiente del Comune di Vinci, Daniele Vanni - Siamo uno dei primi comuni in Toscana ad attivare questo servizio che ci permetterà di monitorare il territorio, vigilare e punire in maniera più efficace chi commette reati ambientali. Ad oggi, assistiamo ancora a un numero elevato di abbandoni di rifiuti. Dobbiamo lavorare su due direzioni: da una parte l'informazione e la sensibilizzazione, dall'altra non dobbiamo lasciare impunito chi oggi commette azioni contro l'ambiente. Le GAV saranno dotate di tutta la strumentazione necessaria per essere efficaci, comprese delle fototrappole mobili che le Guardie ambientali gestiranno utilizzandole nei punti più sensibili per quanto riguarda l'abbandono dei rifiuti. Spesso attraverso Alia siamo costretti a fare interventi di ripulitura o di raccolta rifiuti abbandonati. Sono interventi che hanno un costo e che ricadono sulla collettività. Lottare contro l'abbandono dei rifiuti non vuol dire solo tutelare l'ambiente, ma anche puntare a ridurre i costi per i cittadini”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità