QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 9° 
Domani 7° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
venerdì 09 dicembre 2016

Attualità giovedì 18 febbraio 2016 ore 16:00

Il centro sotto 24 occhi elettronici

Le telecamere, attive ventiquattr'ore su ventiquattro, monitoreranno in diretta le principali vie e piazze del capoluogo

CASTELFIORENTINO — Sono entrate in funzione da oggi le 24 telecamere che vigileranno ventiquattr'ore su ventiquattro su tutto il centro storico, monitorando e registrando dalla sede del comando territoriale della polizia municipale le principali vie e piazze del capoluogo.

Il sistema di videosorveglianza è stato presentato questa mattina dal sindaco Alessio Falorni, dall’assessore alla sicurezza Simone Bruchi, dal comandante generale della polizia municipale dell’Unione dei Comuni Annalisa Maritan e dal comandante territoriale della municipale Marco Chiarugi.

Le 24 telecamere di sorveglianza saranno così suddivise: 3 in Piazza Kennedy, 2 in Piazza Cavour, 2 via Duca d’Aosta, 2 in Piazza del Popolo (parte alta), 11 in Piazza Gramsci e 4 presso la sede della Polizia Municipale di Piazza Cherubini, dove è stata collocata la “cabina di regia” del nuovo impianto.

Da qui, l’operatore della municipale potrà visionare “in diretta” tutto il centro storico di Castelfiorentino su uno schermo da 55 pollici, ingrandire all’occorrenza le riprese video oppure effettuare dei “fermo immagine”, avvisando contestualmente una pattuglia qualora si dovesse rendere necessario.

L’intera operazione ha avuto un costo complessivo di circa 40mila euro. L’impianto di videosorveglianza – realizzato tra l’altro da una ditta di Castelfiorentino (A3 System) - è implementabile, nel senso che il numero di telecamere potrà essere eventualmente aumentato in un secondo momento.

“La videosorveglianza – ha sottolineato Maritan – è di grande utilità non solo per le indagini di polizia giudiziaria ma anche per individuare i responsabili delle violazioni ai regolamenti, come ad esempio l’abbandono dei rifiuti. La riservatezza dei cittadini è in ogni caso assicurata – prosegue Maritan – perché l’utilizzo dei dati avviene nel pieno rispetto delle norme sulla privacy, che in questo caso sono molto stringenti”.

“Nel mio programma di governo – ha sottolineato il sindaco Falorni – avevo posto come priorità' la sicurezza dei cittadini, da perseguire mettendo in campo tutti gli strumenti disponibili e necessari. È il caso dell'impianto di videosorveglianza; se ne parlava da tempo, noi l'abbiamo messo nel programma è realizzato. L’attivazione dell’impianto – prosegue Falorni - è slittata di qualche mese perché abbiamo messo in cantiere contemporaneamente anche la realizzazione della nuova sede della Polizia Municipale, inaugurata una settimana fa, dove si trovano tutti gli strumenti per assicurare un monitoraggio costante sul territorio e il suo corretto funzionamento. Sarebbe stato quindi un inutile spreco di risorse installare l’impianto nella vecchia sede e poi trasferire il tutto in tempi brevi. Grazie a questo ulteriore investimento – conclude Falorni – abbiamo finalmente una sede moderna e attrezzata con tutti gli strumenti per garantire la sorveglianza del centro urbano. Abbiamo già colto risultati importanti nel 2015, ma non abbiamo certo intenzione di fermarci. Proseguiremo con energia, impegno, determinazione e tolleranza zero nell’azione di contrasto a tutte le varie forme di illegalità che sono presenti nel nostro territorio”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità