QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 14°18° 
Domani 15°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
lunedì 30 maggio 2016

Attualità martedì 09 febbraio 2016 ore 15:00

Villa Medicea dell'Ambrogiana, novità in vista

Nel pomeriggio di ieri è stato sancito il passaggio di competenze per le aree demaniali che circondano il complesso

MONTELUPO — Viale Umberto I, via della Chiesa, via Santa Lucia, via don Mazzolari e via Di Vittorio e le zone limitrofe intorno alla Villa Medicea dell'Ambrogiana passano dal Ministero di Giustizia all’Agenzia del Demanio e da questo al Comune di Montelupo Fiorentino. E' stato infatti sancito ieri pomeriggio il passaggio di competenze per alcune aree che circondano il complesso.

Si tratta di zone in parte già utilizzate dal Comune, principalmente come viabilità pubblica (Viale Umberto I, via della Chiesa, via Santa Lucia, via don Primo Mazzolari e via Di Vittorio), parcheggio e aree verdi circostanti che il Ministero della Giustizia riconsegna nella disponibilità dell’Agenzia del Demanio.

L’Agenzia a sua volta, nell’ambito delle procedure previste dal federalismo demaniale, consegna queste aree al Comune, anticipatamente e provvisoriamente, in attesa del completamento dell’iter per la verifica di interesse culturale in corso al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

I relativi verbali sono stati firmati per il Ministero della Giustizia dal vice capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Massimo De Pascalis, per l’Agenzia del Demanio dal direttore regionale Giuseppe Pisciotta e per il comune di Montelupo Fiorentino dal sindaco Paolo Masetti.

"Quello di oggi - ha commentato il primo cittadino - è il primo passo concreto nella direzione di un utilizzo “civile” della villa medicea dell’Ambrogiana: tutte le aree attorno all’edificio diventano, di fatto, patrimonio della città ed è un atto propedeutico alla restituzione dell’intero complesso. Direi che stiamo procedendo nella direzione auspicata nell’ormai lontano dicembre 2014, nonostante gli aspetti problematici dell’intera vicenda, che l’amministrazione segue con attenzione. In particolare per quanto riguarda la dignità delle persone che lavorano nell’ospedale psichiatrico giudiziario e anche degli stessi internati. Ringrazio per la collaborazione sia l’Agenzia del Demanio che il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria. Una collaborazione che continuerà anche nei prossimi mesi".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca