QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 19°26° 
Domani 19°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
venerdì 29 luglio 2016

Attualità venerdì 04 marzo 2016 ore 16:30

Messa in sicurezza l’ex discarica a Le Mandrie

Conclusi i lavori iniziati nel dicembre 2014. Assessore Mucciarelli: "Si chiude una questione annosa"

MONTESPERTOLI — Sono terminati i lavori di messa in sicurezza dell'ex discarica in località Le Mandrie-Poderino.

L'intervento, iniziato nel dicembre 2014, è stato realizzato grazie a un finanziamento della Regione Toscana nell'ambito del programma Europeo “POR – CreO – 2013, Attività 2.1”.

"Oggi, si chiude finalmente una questione annosa che ha provocato non pochi problemi in passato - commenta l'assessore all'ambiente Mauro Mucciarelli - Quella discarica minacciava seriamente la qualità ambientale dell'area, per questo l'attuale amministrazione si è impegnata per ripristinare le condizioni di sicurezza”.

La storia della discarica Le Mandrie iniziò negli anni '60 e fino al 1984 il sito venne utilizzato per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Nel tempo, però, si presentarono diverse criticità che minacciarono l'ambiente circostante. Attraverso un continuo processo di studi e analisi dell'area di discarica, intrapreso fin dai primi anni duemila, sono state prodotte diverse ipotesi di intervento sino a individuare una soluzione progettuale tale da ottimizzare il costo delle opere di messa in sicurezza, minimizzando il rischio ambientale connesso alla presenza dei rifiuti in questo versante. Il progetto esecutivo venne approvato dal Comune il 5 settembre 2014 e i lavori sono stati consegnati l'11 dicembre dello stesso anno.

Gli interventi eseguiti sono consistiti nell'allontanamento dei rifiuti dall'area interessata da instabilità del terreno, per l'esattezza si tratta di 16mila metri cubi di rifiuti, il loro stoccaggio in un settore attualmente con maggiori garanzie di stabilità, la loro impermeabilizzazione, la regimazione delle acque meteoriche e l'intercettazione degli eventuali percolati. Inoltre, è in atto un programma di monitoraggio geotecnico con l'installazione e il successivo controllo di postazioni “inclinometriche”. Le acque drenate dal terreno su cui è presente la discarica, com'è stato verificato, sono prive di agenti inquinanti, ma nel tempo saranno comunque oggetto di continui controlli e analisi.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Attualità