QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 21°23° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
domenica 18 agosto 2019

Attualità martedì 12 febbraio 2019 ore 10:09

Aggiornata la cartografia di Castelfiorentino

Un lavoro utile anche per rendere più precise le informazioni sulle reti della mobilità e dei trasporti. In fase di definizione la nuova mappatura



CASTELFIORENTINO — Un lavoro certosino di rilevazione, verifica, correzione e integrazione di tutte le informazioni utili per aggiornare la Cartografia in scala 1:10.000 che riguarda il Comune di Castelfiorentino. Uno strumento che dovrà rappresentare la principale banca dati di riferimento per la viabilità e la conoscenza del territorio. 


L’Ufficio Urbanistica del Comune ha fornito in questi giorni tutta una serie di informazioni utili all’aggiornamento - per quanto di competenza – della cartografia tecnica regionale (CTR) in scala 1:10.000, sulla base di una specifica richiesta avanzata dalla Città Metropolitana di Firenze, la quale sta effettuando l’aggiornamento nell’ambito di una convenzione stipulata con la Regione Toscana.

Oltre a costituire la base per gli strumenti di pianificazione urbanistica, l’aggiornamento della Cartografia tecnica regionale rappresenta un’importante occasione per la verifica e l’adeguamento di tutte le informazioni necessarie a garantire una perfetta corrispondenza con il territorio, partendo dalla carta stradale con le vie principali di accesso (compresi i parcheggi e i sensi di percorrenza) per arrivare poi alla toponomastica (capoluogo e territorio extraurbano) e ai complessi di rilevanza significativa come musei, teatri e ville storiche, scuole, ospedali e servizi sanitari, complessi artigianali e industriali ecc..

“In quest’ottica – sottolinea il Vicesindaco Claudia Centi – si è ritenuto strategico cogliere l’occasione per implementare un database che, rispetto alla cartografia, potrà essere aggiornato con continuità, e quindi consentire lo sviluppo di nuovi servizi all’utenza della mobilità e dei trasporti, utilizzabile sia da chi ha necessità di muoversi all’interno del territorio (ad esempio per informazioni più complete e aggiornate sul navigatore satellitare) sia da chi ha esigenza di acquisire preventivamente oppure contestualmente determinate informazioni (ad esempio limiti di peso e/o sagoma). Un lavoro all’apparenza molto tecnico – ha concluso Centi – ma che risulterà concreto per la precisione dei navigatori satellitari, GPS e mappe o carte geografiche digitali. Ringraziamo la Città Metropolitana per aver richiesto la nostra collaborazione al primo lotto dell’intervento”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Politica