Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:EMPOLI16°24°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
domenica 29 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Stade de France, ancora disordini: la polizia usa gas lacrimogeni e spray urticanti sui tifosi (e i bambini)

Attualità martedì 16 maggio 2017 ore 11:37

I consigli contro il cyberbullismo

Comune e la scuola secondaria Fermi insieme per informare genitori e docenti sui pericoli della Rete. La parola agli esperti



CAPRAIA E LIMITE — Un incontro per mettere in guardia i genitori dai pericoli della Rete.

Le regole per un uso corretto di internet e dei suoi servizi sono stati al centro di un incontro che si è svolto ieri pomeriggio tra i genitori dei ragazzi della scuola secondaria Fermi  e alcuni esperti.

L'obiettivo è stato quello di informare i genitori e i docenti su ciò che di pericoloso può accadere nel variegato mondo di Internet, in modo da fornire loro le chiavi di lettura necessarie per colloquiare e confrontarsi con i ragazzi.

Al'incontro, organizzato dal Comune e dall'Istituto comprensivo di Capraia e Limite, sono intervenuti Gianluca Massettini e Daniele Ciresa della polizia postale di Firenze e lo psicologo Giammarco Simoncini, esperto di dipendenze da social network e dalla realtà virtuale del web in generale.

Con consigli, testimonianze, storie realmente accadute, gli esperti hanno cercato di stabilire un ponte tra la realtà degli adolescenti nativi digitali, che vivono un momento di crescita fondamentale della propria vita, e i genitori, che talvolta fanno fatica a comprendere realmente le problematiche legate all'utilizzo di internet e ai rischi che si corrono.

“E' importante avere consapevolezza del problema, un primo passo verso un approccio diverso che non condanni ma provi a capire - è il consiglio principale che è emerso durante il dibattito -. I giochi, i siti Pro Ana (anoressia) ove persone affette da anoressia e bulimia si danno consigli su come dimagrire o vomitare, le chat, il sexting, vale a dire l'invio di testi o immagini sessualmente esplicite tramite Internet o telefono cellulare, possono essere combattuti e controllati soltanto se la famiglia e la scuola conoscono quando accade e sono in grado di intervenire per aiutare e limitare i danni".

“E' indispensabile far capire ai figli che i loro errori ricadono sui genitori e su tutta la famiglia, in sede civile più che penale, visto che i  ragazzi sotto i 14 anni non sono imputabili di reato secondo la legge italiana"  hanno suggerito i funzionari della polizia postale.

“Non si tratta di vietare il cellulare o le chat su Whatsapp e Facebook, perché nella realtà odierna i vostri figli sarebbero tagliati fuori dalle amicizie e da quanto accade intorno a loro - ha aggiunto Simoncini - Non si risolve niente a dire che era meglio prima, quando si andava a suonare il campanello a casa all'amico invece di mandare un messaggio in chat; bisogna, piuttosto, stare vicino ai figli e valutare il loro comportamento, i segnali di cambiamento, gli atteggiamenti e se necessario chiedere aiuto”.

La polizia postale ha inoltre consigliato di non permettere ai figli di avere telefoni bloccati con password privata, così da poter eventualmente controllare l'utilizzo che ne fanno.


“Da genitore, prima ancora che da sindaco di Capraia e Limite  - ha detto il sindaco Alessandro Giunti - sono soddisfatto delle informazioni preziose che gli esperti invitati ci hanno trasmesso. Sono un aiuto per prendere consapevolezza del problema e provare a affrontarlo, quando si presenta, con maggiore cognizione di causa. Non è facile, vi è una distanza generazionale netta con i nostri figli nativi digitali, ma dobbiamo provarci se vogliamo essere un sostegno durante la crescita dei nostri ragazzi. Faremo altri incontri, in quanto pianificare il futuro di una comunità, compito di un'Amministrazione attenta, passa anche da momenti come questo”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Fenomeni temporaleschi anche di forte intensità sono attesi su Firenze e provincia, con codice giallo emesso dalla protezione civile
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità