QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 4° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
sabato 29 febbraio 2020

Cronaca martedì 22 ottobre 2019 ore 09:39

In tantissimi per il partigiano "Fischio"

Istituzioni civili cittadine e regionali al cimitero di Fontanella. Il sindaco Brenda Barnini: "È stato un punto di riferimento morale"



EMPOLI — Funerali con rito civile ieri pomeriggio per Dario Del Sordo, cavaliere al merito della Repubblica italiana, ex partigiano, presidente onorario dell'ANPI di Empoli,vex presidente della Toscana Atletica e tante altre cose sempre legate alla sua città Empoli.

Dario, il partigiano 'Fischio', se n'è andato sabato scorso, 19 ottobre, era nato il 19 marzo di 90 anni fa.

Dalle cappelle del commiato dell'ospedale di Empoli la sua famiglia e i suoi amici e compagni lo hanno accompagnato al cimitero di Fontanella, dove riposerà.

A dargli l'ultimo saluto erano presenti tutte le istituzioni civili empolesi e regionali, oltre alle associazioni a lui vicine, oltre a rappresentanti della Guardia di Finanza, di cui aveva fatto parte.

Al cimitero di Fontanella c'era il Gonfalone civico del Comune di Empoli, il sindaco Brenda Barnini, buona parte della giunta comunale, il presidente del Consiglio Comunale Alessio Mantellassi e l'ex presidente Roberto Bagnoli, il senatore Dario Parrini, il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, l'assessore regionale Vittorio Bugli, il consigliere regionale Enrico Sostegni, il sindaco di Vinci Torchia, esponenti ANPI di Empoli e Montelupo e l'Aned, il suo amico e compagno ex partigiano Rolando Fontanelli.

È stata Brenda Barnini a intervenire con un toccante ultimo saluto a Dario: "È stato un punto di riferimento per tantissime generazioni nella nostra città e il suo legame soprattutto con i più giovani è sempre stato speciale. Ha saputo creare tanti contesti di socialità. Oggi è difficile salutarlo, rimarrà nella memoria di tutti coloro che l’hanno conosciuto e principalmente ovviamente della sua splendida famiglia. Sono contenta che abbia potuto partecipare ad un momento importante come quello di 2 anni fa, in occasione della consegna della medaglia d’oro al Merito civile per il contributo alla Resistenza dato dalla nostra città, che è stata il frutto anche del suo impegno, del suo sacrificio come partigiano e di tutti coloro che in quel frangente si erano distinti. Oltre che uomo di sport io lo ricorderò soprattutto per il suo impegno da partigiano".



Tag

Zaia: «Grazie all'igiene dei veneti solo 116 positivi, i cinesi? Li abbiamo visti tutti mangiare i topi vivi»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Attualità

Attualità