Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:16 METEO:EMPOLI12°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
domenica 07 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
A Sanremo vince il rock dei Maneskin

Attualità martedì 25 novembre 2014 ore 11:51

Scarpe rosse anche alla Asl 11

Sono state collocate all'ingresso del centro direzionale come segno di partecipazione alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne



EMPOLESE — In occasione di questa giornata di riflessione ed impegno la Asl ricorda i progetti già attivati sul territorio a tutela della vittime della violenza, a partire dal percorso di accesso al pronto soccorso denominato "Codice Rosa".

Per il Codice è prevista una stanza apposita nel Pronto Soccorso che viene assegnata da personale appositamente formato a riconoscere segnali di una violenza subita anche se non dichiarata. Nel momento in cui viene assegnato il Codice Rosa entra in funzione una task force composta da personale sanitario  e dalle forze dell'ordine, che si attivano subito per l'individuazione dell'autore della violenza.

Il “Codice Rosa” si caratterizza quindi come una modalità lavorativa di “squadra” che motiva e sviluppa la possibilità di prendersi carico di chi arriva al pronto soccorso mettendo in “rete” quello che già esiste, raccordando e potenziando l'azione dei diversi soggetti istituzionali.

Punto centrale di questo percorso è quello della formazione e, da questo punto di vista, nel 2013 sono stati attivati otto corsi formativi per 282 operatori formati.Per il biennio 2014-2015 la formazione sta coinvolgendo altri 514 operatori tramite dieci apposite iniziative.

A supporto del “Codice Rosa” è stata attivata una convenzione, sottoscritta da Asl 11, Società della salute Valdarno Inferiore e associazioni Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli-Centro donna Lilith e Frida di San Miniato, finalizzata ad offrire una rete territoriale integrata di sostegno alle vittime. Oltre a questo è stata attivato anche un tavolo interistituzionale congiunto e un tavolo tecnico operativo al fine di mettere in rete tutte le risorse territoriali esistenti messe a disposizione dai soggetti non solo pubblici, ma anche del privato sociale, impegnati quotidianamente in azioni di contrasto alla violenza ai danni dei più deboli.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità