QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 11° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
sabato 16 novembre 2019

Attualità giovedì 15 gennaio 2015 ore 22:24

Anche Linea Civica risponde a Mazzantini

Dopo la presa di posizione del segretario del PD, il nuovo soggetto politico risponde per le rime: "Polverone per distrarre dai problemi della città."



EMPOLI — I consiglieri comunali Vacchiano, Ciolli e Gallo parlano di arroganza del partito di maggioranza. Un'arroganza, dicono, dimostrata fin da maggio "quando, al posto dell'apertura e del cambio generazionale tanto millantati in campagna elettorale, è persistita invece la stessa polverosa arroganza di sempre di chi, dalla maggioranza, si sente in diritto e in obbligo di salire in cattedra con la penna rossa a dare lezioni a tutti."

"Dispiace - proseguono i consiglieri comunali - che il segretario e il capogruppo in Consiglio del PD, con una città lasciata in macerie da un'amministrazione con la stessa targa, trovi anche il tempo di star dietro alle vicende di altre formazioni politiche anziché indirizzare le sue energie verso la cittadinanza. Come ci dispiace che un giurista, come il segretario Mazzantini, agiti lo spauracchio di dimissioni pur conoscendo bene il dettato costituzionale, e questo solo per opportunità di partito."

Un partito, sostengono, che usa la "prepotenza istituzionale" per nascondere i propri problemi e lacerazioni e la propria incapacità a dare risposte adeguate "alla macelleria sociale creata dai governi che hanno appoggiato con coscienza dal 2011 ad oggi."

Linea civica rifiuta anche di essere descritta come un gruppo movimentista e rivendica di essere sempre entrata nel merito delle questioni senza mai trovare apertura da parte del Pd alle proprie proposte.

"Quando il Segretario Mazzantini vorrà discutere sul punto e sul piano politico delle proposte, - concludono i tre consiglieri comunali - ci troverà con la schiena dritta a rispondergli nel merito, come sempre fatto. Fino a quando, invece, il Pd preferirà insegnare codici di comportamento agli altri per un mero e gretto calcolo politico, criticando la pagliuzza negli occhi degli altri senza voler vedere la trave nel proprio, alimenterà la convnizione diffusa che per alcuni i partiti sono un fine e non un mezzo, contribuendo a gettare benzina sul fuoco."



Tag

Acqua alta a Venezia, sui social si sdrammatizza così

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Attualità

Attualità