QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 11°26° 
Domani 25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
venerdì 19 ottobre 2018

Cronaca giovedì 11 ottobre 2018 ore 09:53

Un capannone stipato di borse contraffatte

Lo ha scoperto la guardia di finanza fiorentina. Tre le persone finite agli arresti domiciliari per associazione a delinquere



CAPRAIA E LIMITE — Il titolare di un'azienda limitese, di origini cinesi, e due italiani, di Scandicci e Lastra a Signa, sono finiti agli arresti domiciliari dopo che la guardia di finanza fiorentina ha scoperto, in un capannone di Limite piuttosto appartato, una gran quantità di borse recanti marchi contraffatti, che per lo più erano destinate al mercato on-line. Nel capannone anche tutto il necessario per fabbricarle a ciclo continuo, come testimoniato da quanto ripreso dalle telecamere piazzate da settimane.

Per tutti e tre, che erano già noti alle forze dell'ordine, l'accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla produzione e commercializzazione di prodotti di pelletteria recanti marchi contraffatti.

Sono cinquemila le borse sequestrate, che sul mercato avrebbero potuto fruttare fino a 1,2 milioni di euro, anche perché erano vendute con tanto di certificato di garanzia, ovviamente anch'esso falsificato.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Imprese & Professioni

Attualità

Attualità

Attualità