comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:36 METEO:EMPOLI14°19°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
giovedì 22 ottobre 2020
corriere tv
Conte: «Ai cittadini dobbiamo chiedere ancora sacrifici e rinunce»

Sport giovedì 15 ottobre 2020 ore 13:26

Bettiol al Fiandre con tanto di asta benefica

Alberto Bettiol primo al Giro delle Fiandre 2019

Re del Giro delle Fiandre 2019, il ciclista castellano ha deciso di donare i suoi cimeli per un progetto del Meyer, a beneficio dei bambini malati



CASTELFIORENTINO — Ha deciso di rinunciare a una parte dei propri ricordi, a quei cimeli legati in modo indissolubile alla strepitosa vittoria del 2019, che lo incoronò come il “Re delle Fiandre”. Il tutto per un obiettivo nobile: raccogliere fondi per regalare sorrisi ai bambini malati del Meyer. E’ il gesto generoso di Alberto Bettiol, campione castellano che lo scorso anno si aggiudicò la “champions league” del ciclismo arrivando primo al 103° Giro delle Fiandre, e che in vista del nuovo Giro in programma domenica 18 ottobre ha pensato di lanciare un’iniziativa benefica: mettere all’asta gli oggetti più cari, legati a quella vittoria memorabile, devolvendo il ricavato al progetto Play terapy della Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.

Un progetto che fa del sorriso dei bambini il grande protagonista, allo scopo di creare le migliori condizioni per rendere il periodo di cura e di ricovero (al quale essi devono sottoporsi) meno lontano dall’ambiente della loro casa e della loro normale vita quotidiana.

L’asta, che inizierà oggi (15 ottobre) e durerà fino al 25 ottobre, mette in palio un premio che in realtà comprende tre cimeli: la sella celebrativa, numerata e accompagnata da un certificato che ne garantisce l’autenticità (ideata da Prologo dopo la sua vittoria) e che il campione effettivamente utilizza quotidianamente per gare e allenamenti, comprensiva del “nastro” onetouch in edizione speciale; i mitici occhiali, divenuti simbolo della vittoria per il gesto compiuto da Alberto Bettiol appena tagliato il traguardo, e infine il portachiavi in cuoio con un pezzo del tubolare originale che ha toccato le pietre del Fiandre, e con il quale Bettiol ha vinto la gara.

Alberto Bettiol, ciclista professionista italiano che corre per il team EF Pro Cycling, ha così deciso così di privarsi di questi oggetti, in grado di restituire quelle emozioni che il Fiandre 2019 gli ha regalato.

Per partecipare all’asta basta collegarsi al link charitystars.com/bettiol.

“In quest’iniziativa - ha spiegato Bettiol - ognuno fa la propria parte, unendo le forze possiamo ottenere qualcosa di grande, di positivo, d’importante. E’ come il lavoro di squadra, nel quale tutti insieme si fa del proprio meglio per raggiungere un obiettivo comune. E qui, i vincitori, sono i bambini: la loro voglia di tornare a stare bene, la loro forza, il loro sorriso che ripara ogni ferita”.

“Siamo felici – ha commentato il sindaco Alessio Falorni – che il nostro concittadino Alberto Bettiol abbia promosso questa bella iniziativa, a beneficio dei bambini del Meyer. Rinunciare a qualcosa che sicuramente riveste per lui un valore affettivo per regalare un sorriso a quei bambini meno fortunati fa di lui non solo un campione nello sport, ma anche nella vita. E di questo tutti noi, come castellani, dobbiamo sentirci doppiamente orgogliosi”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Attualità

Attualità