Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:EMPOLI11°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 29 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Migranti: 10 anni di errori, ipocrisie, propaganda e il falso problema delle Ong

Attualità mercoledì 18 novembre 2015 ore 18:20

Un punto prelievi a Castelnuovo d'Elsa

L’assessore Tafi: “Ci è stato richiesto dagli abitanti della frazione. E stiamo mettendo a punto la proposta in stretta collaborazione con l’Asl 11”



CASTELFIORENTINO — Un Punto Prelievi a Castelnuovo d’Elsa. Per consentire a tutti gli abitanti della frazione collinare di Castelfiorentino di poter effettuare i prelievi (sangue, ecc…) direttamente sul posto, evitando in questo modo il disagio di dover andare per forza all’Ospedale “Santa Verdiana” di Castelfiorentino o a quello di Empoli.

E’ questa l’idea a cui sta lavorando l’amministrazione comunale in collaborazione con i dirigenti dell’ASL 11, e che sembra ormai aver imboccato la dirittura di arrivo. Sono ancora da risolvere alcune difficoltà, per lo più di tipo logistico e amministrativo, ma la proposta sta ormai assumendo contorni ben definiti. E si presenta come una risposta concreta ad un desiderio manifestato da diversi abitanti della frazione, per lo più anziani.

Elemento centrale della proposta, il coinvolgimento attivo di qualche associazione, le cui caratteristiche siano confacenti allo scopo che si intende raggiungere.

“Diversi abitanti di Castelnuovo – spiega l’assessore alla Sanità, Alessandro Tafi – ci hanno chiesto di istituire un Punto Prelievi nella frazione. La proposta che stiamo mettendo a punto, e a cui siamo giunti attraverso un lavoro svolto in stretta collaborazione con i vertici dell’ASL11, è quella di consentire ad una associazione di poter gestire tutte le operazioni di prelievo, compreso il ritiro e la consegna delle provette e la compilazione della modulistica. In pratica, l’associazione individuata dovrà essere appaltatrice di questo servizio. Dobbiamo tuttavia ancora risolvere alcuni problemi, legati al rispetto delle norme previste dalla Regione Toscana per l’accreditamento delle strutture sanitarie, nonché difficoltà organizzative, come quelle legate al pagamento del ticket o della sede, di cui stiamo valutando tra una soluzione di tipo domiciliare, una centralizzata oppure entrambe”.

“Naturalmente – conclude Tafi - il servizio comporterà un piccolo contributo aggiuntivo che dovrà essere versato dai fruitori del servizio, di importo modesto e in ogni caso inferiore ai costi di trasporto che l’assistito deve attualmente sostenere per venire a Castelfiorentino o a Empoli. Mi auguro di poter presto comunicare agli abitanti della frazione la data di apertura del Punto Prelievi, così come mi è stato richiesto”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo incontro sul Distretto Circolare al quale il gestore dei servizi ambientali presenterà per la quarta volta i dati della proposta di impianto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità