QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 15° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
lunedì 24 febbraio 2020

Cronaca lunedì 20 gennaio 2020 ore 12:42

Si rimuove il leccio pericoloso

Il leccio da rimuovere accanto all'edicola

Leccio pericoloso in piazza Boccaccio, giovedì 23 gennaio la rimozione: variazioni di sosta e transito nella zona, ecco quali



CERTALDO — Il Comune di Certaldo informa che giovedi’ 23 gennaio 2020, dalle ore 12:00 e fino al termine dei lavori, a causa dell’intervento per la rimozione di una pianta di leccio pericolosa, saranno in vigore divieti di sosta provvisori - e dalle ore 13.00 anche di transito - nell’area intorno a piazza Boccaccio.

La rimozione del leccio – quello situato vicino all’incrocio con via Roma, la prima pianta a destra guardando l’edicola – si è resa necessaria quando, a seguito di ispezione, il personale comunale ha verificato che la pianta è vuota al suo interno sia nel tronco che soprattutto alla base.

I divieti di sosta, a partire dalle ore 12:00, saranno in prossimità dell’edicola ed in parte della piazza per consentire la manovra dei mezzi e lo svolgimento dei lavori. Dalle ore 13:00, in concomitanza con la chiusura dell’edicola e l’inizio dei lavori, sarà chiusa anche via Roma, in direzione piazza Boccaccio, dall’altezza di via Francesco Ferrucci. I mezzi in transito da via del Castello non potranno svoltare verso piazza Boccaccio ma dovranno proseguire dritti in direzione di via Romana. L’ingresso al parcheggio di piazza Boccaccio resterà chiuso dalle 13:00 a fine lavori, ma chi è già all’interno potrà uscire grazie ad un’uscita provvisoria verso il Municipio e via XX settembre.

I divieti rimarranno in vigore per la durata dell’intervento che si stima comunque, salvo imprevisti, possa concludersi nel primo pomeriggio.



Tag

Coronavirus, questo è il momento della razionalità e della responsabilità

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità