QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 8° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 25 febbraio 2020

Attualità venerdì 19 settembre 2014 ore 18:27

Maltempo, Asl 11: "Attivata unità di crisi"

Venti feriti lievi con codice verde. Il pronto soccorso del San Giuseppe e due pma sono intervenute celermente. Presidi aperti anche stanotte



COMPRENSORIO — Il nubifragio di oggi, venerdì 19 settembre, ha reso necessaria l’attivazione dell’Unità di crisi dell’Asl 11, che si è riunita nei locali dell’ospedale “San Giuseppe” di Empoli sotto il coordinamento del direttore sanitario Renato Colombai, per garantire la tempestività dei soccorsi sanitari della maxi emergenza nella zona colpita dalla tromba d’aria.

La tromba d'aria e il forte vento con chicchi di grandine di circa 2 centimetri, che si è abbattuto nel territorio intorno alle ore 12.30, hanno interessato alcuni comuni dell’Empolese Valdelsa e in particolare quello di Limite e di Cerreto Guidi dove si è registrato il maggior numero di feriti.

Sono in tutto 18 i feriti arrivati al pronto soccorso del “San Giuseppe” di Empoli tramite i mezzi di soccorso. Mentre altre quattro persone con ferite lievi sono arrivate al pronto soccorso con i propri veicoli. Si tratta di persone adulte, tutte quante con ferite lievi, riportate in seguito a crolli di alberi o cadute di tegole. Una persona di Limite ha dovuto ricorrere addirittura alle cure del personale del pronto soccorso per alcune tumefazioni al volto provocate dalla grandine.

L’Asl 11 ha attivato il suo dispositivo di soccorso sanitario immediatamente dopo l’evento atmosferico. Sono risultati decisivi due Punti Medici Avanzati (PMA) allestiti nella zona di Lazzeretto (comune di Cerreto Guidi): uno presso il campo sportivo di Lazzeretto, dove è atterrato un elicottero Pegaso proveniente da Massa (subito allertato e dopo che il medesimo a sorvolato la zona colpita dalla tromba d’aria) e dove sono sopraggiunti un’automedica, il mezzo attrezzato per la maxiemergenza e la protezione civile che ha messo a disposizione una tenda; l’altro PMA è stato allestito in via Del Vincio, tra le località di Stabbia e Lazzaretto, presieduto dall’équipe (un medico e un infermiere) dell’automedica di Fucecchio. Entrambi i Posti Medici Avanzati rimarranno attivi anche questa notte.

Nessuna struttura sanitaria aziendale ha riportato danni a causa del maltempo. Nonostante il maltempo abbia messo a dura prova, la sinergia tra l’Asl 11 e le associazioni di volontariato (Misericordia, Pubblica Asssistenza e Croce d'oro) ha permesso di dare una risposta immediata ed efficace alla calamità che ha colpito la nostra zona.

L’Asl 11 esprime innanzitutto il proprio apprezzamento per i livelli di professionalità e di integrazione espressi, ma anche per la disponibilità manifestata da tutti indipendentemente dagli obblighi lavorativi.



Tag

Coronavirus, questo è il momento della razionalità e della responsabilità

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità