QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 15°25° 
Domani 12°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
mercoledì 18 settembre 2019

Attualità lunedì 10 agosto 2015 ore 15:55

Ecco i palazzi, le chiese e i musei "liberati"

Wiki Loves Monuments: creato un elenco di luoghi inseriti nella lista di quelli fotografabili per i partecipanti al contest a livello mondiale



EMPOLI — La fontana del Pampaloni o il Museo Be.Go, il Palazzo degli Orologi al pozzo in Piazza Machiavelli o il Teatro del Popolo, Largo della Resistenza o il Museo della vite e del vino, e poi ancora il Chiostro degli Agostiniani o il Santuario di Santa Verdiana.

Sono alcuni dei luoghi più suggestivi, culturalmente significativi e turisticamente più importanti di Castelfiorentino, Empoli e Montespertoli le cui amministrazioni comunali hanno aderito alla quarta edizione di Wiki Loves Monuments.

In pratica i tre Comuni, attraverso l’iniziativa degli assessori alla cultura Claudia Centi (Castelfiorentino), Eleonora Caponi (Empoli) e Elena Ammirabile (Montespertoli), hanno inserito un elenco di propri monumenti nella lista di quelli che sono fotografabili per coloro che stanno partecipando al contest a livello mondiale.

In pratica Wikimedia Italia invita gli amanti del patrimonio culturale italiano a partecipare a un concorso fotografico, il più grande del mondo come testimoniato dal Guinness Record Book (largest photography competition). Solo nell'ultima edizione italiana ha raccolto oltre ottomila foto di monumenti e la partecipazione di più di duecento tra enti e istituzioni.

Sarà possibile collegarsi al sito www.wikilovesmonuments.it e da lì caricare su Wikimedia Commons le immagini dei luoghi - monumenti ma non solo - che possono legalmente essere fotografati durante questa edizione.

Il Codice Urbani (D.lgs 42/2004) sancisce infatti l'impossibilità di fotografare monumenti e diffonderne le foto senza una precisa autorizzazione da parte degli enti pubblici territoriali che li hanno in consegna: come già in passato, in questi mesi lo staff di Wiki Loves Monuments Italia ha lavorato in sinergia con Comuni, Enti e Istituzioni per "liberare" quanti più monumenti possibile.

Il Comune di Empoli già nel 2014 aveva ‘liberato’ alcuni suoi luoghi. Ora è la volta anche di Castelfiorentino e Montespertoli.

La giunta comunale castellana ha approvato la delibera per il Be.Go. Museo Benozzo Gozzoli ed il Teatro del Popolo, in tandem con l'adesione della Parrocchia di Santa Verdiana che, tramite Don Alessandro Lombardi, ha dato il via libera alla riproduzione fotografica di numerose chiese. Così ha fatto anche il Comune montespertolese. L'iniziativa si presenta come un'occasione importante per aumentarne la visibilità su ampia scala e dall'altro lato permette ai cittadini di rafforzare la propria identità e la propria appartenenza, ritraendo i simboli del proprio paese attraverso l'obiettivo fotografico.

Sono stati ‘liberati’ monumenti con la concessione delle immagini in uso con la licenza Creative Commons per consentire a tutti gli utenti di partecipare al concorso fotografico che vede protagonista il patrimonio culturale italiano. Wiki Loves Monuments si configura come un'occasione unica per promuovere e valorizzare i nostri borghi e il nostro patrimonio, condividendo la nostra ricchezza artistico-culturale con una platea internazionale.

Da parte dei tre Comuni arriva anche l'invito a partecipare al più grande contest fotografico del mondo, un invito rivolto a tutti i cittadini: ogni nazione selezionerà e premierà le dieci migliori immagini scattate sul proprio territorio, che concorreranno poi al premio internazionale.

L'elenco dei monumenti liberati per il Comune di Castelfiorentino:

- Museo Benozzo Gozzoli; 

- Teatro del Popolo;

- Museo di Arte Sacra di Santa Verdiana;

- Santuario di Santa Verdiana;

- La chiesa di San Francesco;

- Collegiata dei Santi Lorenzo e Leonardo;

- Pieve di Sant'Ippolito e Biagio;

L'elenco dei monumenti liberati per il Comune di Empoli:

- Piazza Farinata degli Uberti, compresi fontana e gli esterni dei palazzi storici (Palazzo Pretorio e Palazzo Ghibellino);

- Museo del Vetro di Empoli (ex Magazzino del Sale, esterno);

- Casa del Pontormo (esterno);

- Casa di Ferruccio Busoni (esterno);

- Parco di Serravalle;

- Piazza della Vittoria (monumento e fontana);

- Chiostro degli Agostiniani;

- Porta Pisana;

- Piazza XXIV Luglio (monumento e mura);

- Largo della Resistenza (mura e giardino);

- Torre dei Righi e il bastione dell'Ospedale Vecchio;

- Monumento in onore ai deportati nei campi di sterminio, in via Fratelli Rosselli;

- Monumento ai caduti nel bombardamento del 26 Dicembre 1943 alle Cascine, in via IV Novembre.

L'elenco dei monumenti liberati per il Comune di Montespertoli:

Palazzo degli Orologi al pozzo in Piazza Machiavelli;

Museo Bassi;

Museo della vite e del vino;

Palazzo Comunale;

Monumento ai Caduti.



Tag

Caporalato digitale tra rider, account italiani venduti a migranti irregolari: «Dammi il 20% e ti cedo la account»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca