QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 25° 
Domani 18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
domenica 24 marzo 2019

Cronaca sabato 29 dicembre 2018 ore 09:43

Botti vietati in tutto l'Empolese Valdelsa

"Botti" vietati per regolamento nei comuni dell'Empolese Valdelsa. Il sindaco Spinelli: “Invito tutti i cittadini ad un comportamento responsabile”



EMPOLI — La Prefettura di Firenze ha recentemente invitato le amministrazioni comunali a sensibilizzare i cittadini affinché in occasione del capodanno non vengano utilizzati i cosiddetti botti, o quanto meno che sia limitato il più possibile l’utilizzo. Molte amministrazioni in questi giorni hanno emesso apposite ordinanze. 

 Nell'Empolese Valdelsa questo non è necessario in quanto il divieto di far esplodere petardi in aree pubbliche o di uso pubblico, è già contenuto nel Regolamento di Polizia Urbana. L’articolo 9 del regolamento vieta anche le accensioni pericolose per le quali prevede sanzioni di 150 euro. 

“Abbiamo inserito questi divieti nel regolamento – spiega il sindaco di Fucecchio e delegato alla polizia municipale per l'Unione dei Comuni Alessio Spinelli - perché sappiamo bene quanto possa diventare pericoloso l’uso di prodotti pirotecnici in mani non esperte e in luoghi affollati. Invito tutti i cittadini, soprattutto i giovani che si ritroveranno per fare festa a San Silvestro, al rispetto delle regole e a tenere comportamenti civili, nel rispetto delle altre persone ma anche dei tanti animali domestici e non, che, come è noto, soffrono per le improvvise esplosioni che si verificano la notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio. Invito anche tutte le associazioni di volontariato, ma anche quelle sportive, ricreative, culturali a farsi portavoce verso i propri associati di questo messaggio e di questo invito per trascorrere tutti insieme un capodanno all’insegna dell’allegria e del divertimento ma senza correre inutili pericoli che possano mettere a repentaglio la salute delle persone. Mi appello all’intelligenza e alla sensibilità dei cittadini degli 11 comuni perché è evidente che in occasione di feste di massa come quella del capodanno non sia possibile controllare tutti gli angoli delle città e dei territori. Occorre puntare sulla prevenzione e sulla diffusione di messaggi di civiltà. Sono certo che la nostra sia in gran parte una comunità matura e responsabile, lontana da certi eccessi che oramai dovrebbero appartenere solo al passato”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca