Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:EMPOLI11°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 29 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Migranti: 10 anni di errori, ipocrisie, propaganda e il falso problema delle Ong

Attualità venerdì 07 ottobre 2016 ore 12:36

Il 50 per cento delle nuove nascite è straniera

I dati diffusi per i primi sei mesi dell'anno vedono in testa Cinesi, Albanesi e Marocchini seguiti da Senegal e Romania



EMPOLI — A Empoli, da gennaio a giugno 2016 sono nati 636 bambini (di cui 312 maschi e 324 femmine). Di questi, n. 366 sono di cittadinanza italiana, mentre il rimanente è di genitore di nazionalità straniera: 67 bambini sono cinesi, 53 albanesi, 31 del Marocco, 26 del Senegal, 16 della Romania, 7 dell’India, 6 della Nigeria, 6 del Pakistan, 6 delle Filippine, 5 della Georgia, 4 della Germania.

L’elenco degli Stati rappresentati è decisamente variegato anche se per piccole unità di nascite, che varia dai 3 a una sola unità per ciascuna cittadinanza: Ucraina, Macedonia, Cuba, Brasile, Perù, Polonia, Moldavia, Russia, Regno Unito, El Salvador, Jugoslavia, Vietnam, Repubblica Ceca, Bangladesh, Tunisia, Algeria, Repubblica Dominicana, Costa d’Avorio, Stati Uniti d’America, Spagna, Svizzera, Sri Lanka.

Per quanto riguarda le modalità di parto (naturale e cesareo), nel semestre gennaio-giugno 2016, di n. 630 parti complessivi n. 455 sono stati parti naturali.

I dati sono stati diffusi in una occasione speciale. Hanno infatti aderito tante mamme e giovani coppie alle iniziative promosse dagli operatori dell’ostetricia-ginecologia e della pediatria dell’ospedale “San Giuseppe” di Empoli nell’ambito della settimana mondiale per l’Allattamento al seno 2016.

L’Open Day, svoltosi nei giorni scorsi in collaborazione con le consulenti La Leche League di Empoli, ha permesso di far conoscere alla popolazione il punto nascita empolese e i servizi offerti per l’assistenza alla gravidanza, al parto e al neonato.

Ricca di stands informativi, l’iniziativa ha previsto incontri con personale specializzato, momenti ludici per i più piccoli grazie ai clown di corsia della Cooperativa Sociale Chez nous le cirque, visite guidate alla struttura del “San Giuseppe” (ambulatori, reparti di degenza, sala parto, stanze del parto naturale), manovre pratiche di disostruzione delle vie aeree nel lattante e nel bambino, momenti informativi finalizzati alla prevenzione degli incidenti domestici, e un flash mob per l’allattamento al seno nella piazzetta dell’ingresso principale dell’ospedale, preceduto dai saluti istituzionali di Brenda Barnini e Simona Rossetti, rispettivamente sindaci dei Comuni di Empoli e di Cerreto Guidi, e di Luca Nardi, coordinatore della rete ospedaliera dell’Ausl Toscana Centro.

Le ostetriche del punto nascita hanno illustrato, inoltre, alle future mamme, che hanno partecipato all’iniziativa, come la postura in gravidanza e nel travaglio può favorire il corretto posizionamento del feto nel canale del parto.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo incontro sul Distretto Circolare al quale il gestore dei servizi ambientali presenterà per la quarta volta i dati della proposta di impianto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità