QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 7° 
Domani -3°6° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
domenica 20 gennaio 2019

Sport giovedì 27 dicembre 2018 ore 17:45

Empoli piange il suo maestro di boxe

Franco Sanseverino

Franco Sanseverino, prima pugile e poi insegnante della nobile arte, è morto all'età di 71. In lutto il mondo dello sport cittadino



EMPOLI — Si è spento Franco Sanseverino, figura storica del pugilato empolese, prima atleta dilettante negli anni '60, professionista negli anni '70 con la Scuderia Sconcerti militando nella categoria dei Super Leggeri, poi maestro della "nobile arte" fino ai giorni d'oggi, trasmettendo a tante generazioni di ragazzi empolesi l'amore e il rispetto sul ring nella sede storica della boxe a Pontorme, sopra il Circolo Arci.

Durante la carriera da allenatore è riuscito a forgiare vari campioni: da Francesco Guarino, nella categoria Pesi Mosca, a Massimo Mitolo nei Superleggeri, fino a Andrea Scardigli, detto ‘Il Maremma’, campione italiano dilettanti nel ‘79, in nazionale nel 1984 nella categoria superwelter e di nuovo campione italiano da professionista.

Gli amici lo descrivono come uomo dalla tenacia incrollabile. Aveva numerosi altri interessi oltre alla boxe: un grande amore per i cavalli, lui stesso oltre a cavalcare comprava il cuoio per realizzare cinghie, finimenti e perfino selle, inoltre era maestro nell’arte del vetro

Sanseverino avrebbe compiuto 71 anni il prossimo 10 gennaio. Abitava a Marcignana, lascia moglie e due figli. I funerali si volgeranno domani, venerdì 28 dicembre, nella chiesa di Marcignana alle 15.

Profondo cordoglio è stato espresso dall'amministrazione comunale. "Sono profondamente addolorato dalla morte di Franco – ha detto l'assessore allo sport Fabrizio Biuzzi -. E' stato un personaggio importante nel panorama sportivo cittadino e in questi anni il rapporto con lui è sempre stato molto stretto e improntato a una collaborazione volta a dare risalto al pugilato e agli atleti empolesi che lo praticano. Sempre gentile e disponibile, credo che mancherà molto a tutti noi, ma sono sicuro che il suo esempio rimarrà nelle nuove generazioni che lo hanno conosciuto e che lo hanno avuto come maestro nello sport che lui amava così tanto".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca