Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:36 METEO:EMPOLI9°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 07 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Patrick Zaki scarcerato, il video del pianto di gioia della madre e della sorella dopo la sentenza

Attualità giovedì 01 luglio 2021 ore 19:45

Sconti Tari per famiglie e attività in crisi Covid

Tariffa azzerata alle attività rimaste chiuse, riduzioni per le attività ferme durante le zone rosse e agevolazioni per le famiglie in difficoltà



EMPOLI — Il Consiglio Comunale di Empoli ha approvato la compensazione degli aumenti della Tari che saranno mitigati da risorse specifiche.

Il sindaco Brenda Barnini ha annunciato "Nel 2021 a Empoli bar, ristoranti, strutture ricettive, palestre, circoli, associazioni e molte altre categorie non pagheranno un centesimo di Tari grazie all'intervento del Comune con il fondo Covid. Ci saranno poi riduzioni per tutte le attività che sono state chiuse durante le zone rosse e agevolazioni per le famiglie in difficoltà"

Il sindaco Brenda Barnini ha spiegato "Con l'entrata in vigore del nuovo metodo di tariffazione dei rifiuti in tutta Italia in questi giorni si assiste alla discussione sull'aumento delle tariffe. Il nuovo metodo cambia parametri e indicatori su cui vengono calcolati i costi di gestione del servizio e aumenta la componente di costo a carico dei cittadini rispetto alle economie dei bilanci delle aziende che gestiscono il servizio. Questo è il primo motivo che ha spinto Empoli insieme a tutti i Comuni dell'Empolese Valdelsa e alla maggioranza dei Comuni dell'Ato Toscana centro a chiedere di andare verso l'adozione di un metodo tariffario corrispettivo. Se il settore dei rifiuti al pari di quello dell'acqua e dell'energia è un settore regolato con standard decisi a livello nazionale è indispensabile che il rapporto che oggi si sviluppa tra cittadini e Comuni domani diventi un rapporto tra utenti e gestore del servizio, Alia nel nostro caso. In questa cornice di carattere generale e che vale appunto per tutta Italia si inseriscono le specificità del nostro ambito. I Comuni che fanno raccolta differenziata porta a porta adottano un metodo che ha ovviamente costi di raccolta del materiale più alti ma contribuiscono in modo decisivo alla produzione di materiale da avviare a recupero che diventa un ricavo per l'azienda. Per questo abbiamo ottenuto nella discussione di ambito la sospensione degli attuali riparti dei costi e l'impegno a rivedere i criteri in modo meno penalizzante per i nostri cittadini. C'è poi infine un tema che questo passaggio mette in evidenza in modo chiaro: la Toscana centrale necessita di impianti di smaltimento dei rifiuti che non possono essere recuperati per abbattere i costi e quindi le tariffe".

Ecco le agevolazioni

- azzeramento TARI per le seguenti attività: pubblici esercizi, strutture ricettive, cinema, teatri, circoli ricreativi, associazioni, gestione palestre e piscine;

- abbattimento TARI - per il solo periodo di chiusura – per le attività aventi codici Ateco oggetto di chiusura in zona rossa.

Inoltre, il Comune ha stabilito, oltre alla normale possibilità di fruizione di agevolazioni per utenze domestiche sulla base di determinati valori ISEE, la possibilità di fruire delle medesime agevolazioni per identici valori di ISEE corrente, come previsto dall’art. 9 del DPCM 159/13, al fine di attenuare la tassazione a favori di utenti domestici particolarmente colpiti dalla crisi (e di cui il normale valore ISEE non terrebbe conto).
IL SERVIZIO - Il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani affidato ad Alia Servizi Ambientali SpA in concessione è composto da servizi base (ad es. raccolta del rifiuto indifferenziato e di tutte le sue frazioni merceologiche, lo spazzamento manuale e combinato, il supporto al compostaggio domestico) e servizi accessori, complementari alle attività di gestione dei rifiuti disciplinate dal D.Lgs. n. 152/2006, che il Comune può scegliere o meno di attivare.

In particolare, tra questi ultimi, è stato avviato il servizio degli Ispettori Ambientali, con il compito di vigilare sulla corretta applicazione del Regolamento Comunale di gestione dei rifiuti, sensibilizzando i cittadini sulle corrette modalità di conferimento, sanzionando i contravventori, collaborando con la Polizia Municipale alla individuazione degli elementi utili a risalire agli autori di illeciti penali ambientali. Il servizio di prelievo dei rifiuti abbandonati è stato svolto quotidianamente, con ricognizioni dei punti critici soggetti a frequenti abbandoni, grazie anche al presidio degli ispettori presenti sul territorio.

Il servizio di diserbo finalizzato alla raccolta dei rifiuti ha interessato circa 400.000 mq di aree a verde e giardini pubblici e sono stati spazzati circa 18.000 km di strade.

La definizione del PEF 2021 è stata effettuata dall’ATO Toscana Centro applicando il nuovo metodo tariffario (MTR) introdotto dall’Autorità di regolazione per l’energia, le reti e l’ambiente (ARERA), con la deliberazione 443/2019/R/RIF, che prevede l’utilizzo di dati consuntivi del 2019.

Nell’ultimo triennio grazie agli elevati standard di qualità del servizio raggiunti si è registrata una diminuzione della quantità di rifiuti prodotta, passando da 24.443 tonnellate nel 2018, a 24.290 nel 2019 e 23.194 tonnellate nel 2020. Nel contempo, la percentuale di rifiuti differenziati è stata mantenuta a livelli pressoché costanti, intorno al 83%.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' morto Marino Pedani l'ultimo partigiano di Vinci, il saluto del sindaco Giuseppe Torchia. Pedani era presidente onorario dell'Anpi locale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità