comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:35 METEO:EMPOLI11°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
sabato 23 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'emozione delle ragazze dello sci: cantano l'Inno di Mameli a squarciagola sul podio della Coppa del mondo

Attualità sabato 09 gennaio 2021 ore 17:20

La campanella torna a suonare per 21mila studenti

Il piano per il rientro prevede oltre 200 operatori anti assembramento e l'uso di mezzi di trasporto pubblico supplementari



FIRENZE — Da lunedì le campanelle delle scuole superiori della Città Metropolitana torneranno a suonare. Gli studenti degli istituti superiori rientreranno in presenza al 50 per cento e saranno circa 21mila, su una popolazione totale di circa 42mila. 

Tramite una nota la Città Metropolitana espone il piano per il rientro, elaborato insieme a Prefettura, Comune di Firenze, Regione, Ufficio scolastico regionale, Motorizzazione civile e aziende del trasporto pubblico, sia su gomma che su ferro, e che prevede oltre 200 operatori anti-assembramento e l'uso di mezzi di trasporto pubblico supplementari.

Gli orari di ingresso e di uscita degli studenti sono stati scaglionati, in generale tra le 8 e le 10,10, e le 12.30 e le 15, ma vi sono anche istituti dove sono stati previsti turni pomeridiani.

"Eravamo pronti a partire con la didattica in presenza già il 7 gennaio" ha dichiarato il sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella.

"La scuola -ha detto- non deve rimanere indietro, è uno dei pilastri su cui si basa il futuro del Paese. Noi continueremo a seguire con attenzione ogni punto del piano, dalla pianificazione degli orari e dei trasporti agli screening con i test nelle scuole. Ai nostri ragazzi chiediamo impegno, collaborazione: siate protagonisti di questo ritorno tra i banchi in sicurezza".

l piano prevede il coinvolgimento, su tutto il territorio della Città Metropolitana, di oltre 200 operatori al giorno, tra 62 operatori delle Polizie municipali, 4 della Polizia provinciale della Metrocittà, 45 steward privati, 14 "facilitatori" delle aziende di trasporto, e oltre 80 volontari della Protezione civile, nonché l'impiego di oltre 20 pattuglie delle Forze dell'Ordine (Polizia, Carabinieri e Finanza) in modalità dinamica, per un totale di circa 50 unità.

Per i plessi scolastici, ritenuti "più critici", per numero studenti e stato dei luoghi, saranno presidiati negli orari di entrata gli accessi e negli orari di uscita le fermate del trasporto pubblico, utilizzate dagli studenti, per il servizio urbano ed extraurbano.

Nei dieci Comuni sede di istituti superiori, sono stati attivati dal Prefetto i Centri Operativi Comunali per l'emergenza di protezione civile.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità