Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:EMPOLI14°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
domenica 18 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità sabato 09 gennaio 2021 ore 17:20

La campanella torna a suonare per 21mila studenti

Il piano per il rientro prevede oltre 200 operatori anti assembramento e l'uso di mezzi di trasporto pubblico supplementari



FIRENZE — Da lunedì le campanelle delle scuole superiori della Città Metropolitana torneranno a suonare. Gli studenti degli istituti superiori rientreranno in presenza al 50 per cento e saranno circa 21mila, su una popolazione totale di circa 42mila. 

Tramite una nota la Città Metropolitana espone il piano per il rientro, elaborato insieme a Prefettura, Comune di Firenze, Regione, Ufficio scolastico regionale, Motorizzazione civile e aziende del trasporto pubblico, sia su gomma che su ferro, e che prevede oltre 200 operatori anti-assembramento e l'uso di mezzi di trasporto pubblico supplementari.

Gli orari di ingresso e di uscita degli studenti sono stati scaglionati, in generale tra le 8 e le 10,10, e le 12.30 e le 15, ma vi sono anche istituti dove sono stati previsti turni pomeridiani.

"Eravamo pronti a partire con la didattica in presenza già il 7 gennaio" ha dichiarato il sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella.

"La scuola -ha detto- non deve rimanere indietro, è uno dei pilastri su cui si basa il futuro del Paese. Noi continueremo a seguire con attenzione ogni punto del piano, dalla pianificazione degli orari e dei trasporti agli screening con i test nelle scuole. Ai nostri ragazzi chiediamo impegno, collaborazione: siate protagonisti di questo ritorno tra i banchi in sicurezza".

l piano prevede il coinvolgimento, su tutto il territorio della Città Metropolitana, di oltre 200 operatori al giorno, tra 62 operatori delle Polizie municipali, 4 della Polizia provinciale della Metrocittà, 45 steward privati, 14 "facilitatori" delle aziende di trasporto, e oltre 80 volontari della Protezione civile, nonché l'impiego di oltre 20 pattuglie delle Forze dell'Ordine (Polizia, Carabinieri e Finanza) in modalità dinamica, per un totale di circa 50 unità.

Per i plessi scolastici, ritenuti "più critici", per numero studenti e stato dei luoghi, saranno presidiati negli orari di entrata gli accessi e negli orari di uscita le fermate del trasporto pubblico, utilizzate dagli studenti, per il servizio urbano ed extraurbano.

Nei dieci Comuni sede di istituti superiori, sono stati attivati dal Prefetto i Centri Operativi Comunali per l'emergenza di protezione civile.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il dato è sostanzialmente stabile rispetto ai 63 casi in più delle precedenti 24 ore. Il dettaglio territoriale in arrivo col bollettino della Asl
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS