QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 8° 
Domani -5°6° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
mercoledì 19 dicembre 2018

Attualità martedì 30 dicembre 2014 ore 08:46

Firmato l'accordo sulla Casa della Salute

A sottoscrivere il protocollo d'intesa sono stati il direttore generale, Monica Piovi, e il sindaco Giulio Mangani. I lavori inizieranno nel 2016



MONTESPERTOLI — La Casa della Salute sorgerà fra via Schiavone e via Suor Niccolina, a valle del cimitero comunale.

Questa struttura sarà inserita in un complesso immobiliare di circa 2mila mq articolato in tre aree: una per i servizi socio-sanitari; l’altra quale sede operativa di un soggetto abilitato a svolgere, nel territorio di Montespertoli, il servizio di trasporto sanitario e il servizio di emergenza/urgenza; la terza per lo sviluppo di attività di ristoro e di commercio e per la realizzazione di un parcheggio a supporto della struttura socio-sanitaria.

L’aggiudicazione della gara per la realizzazione dell’opera tramite “contratto di disponibilità” avverrà nel 2015, con il conseguente avvio dei lavori nel 2016. Sia il direttore amministrativo dell’Asl 11 Gabriele Morotti che l’assessore al sociale, sanità e infrastrutture socio-sanitarie del comune di Montespertoli, Giulia Pippucci, hanno sottolineato la collaborazione fra le parti e la sinergia che si è venuta a creare tra i vari soggetti coinvolti nella realizzazione di una struttura così complessa e variegata nell’erogazione di servizi dedicati alla comunità.

Nello specifico, la Casa della Salute di Montespertoli prevede: ambulatori medici ad uso dei medici di famiglia, dei pediatri di libera scelta e dei medici specialisti per la presa in carico delle patologie croniche; erogazione di assistenza infermieristica ambulatoriale e domiciliare; servizio di assistenza sociale; servizio prelievi; servizio di guardia medica; uffici amministrativi.

Che cosa sono le Case della Salute

Nella Casa della Salute si potranno ricevere servizi di assistenza da parte dei medici di medicina generale, attività infermieristica, attività di prevenzione e attività specialistica di I livello on demand.

L’attività specialistica on demand è prevista per varie branche, come cardiologia, chirurgia, ecografia ed è rivolta a soddisfare le esigenze di consulenza di base dei medici di un territorio. Frequenza e tipologia delle suddette prestazioni specialistiche offerte nella Casa della Salute sono concordate direttamente con i medici di famiglia, rafforzando, quindi, i legami tra ospedale e territorio.

Nella Casa della Salute, infine, verranno anche erogate le prestazioni inerenti il modulo sanità di iniziativa. I cittadini con patologie croniche saranno seguiti in team dall'infermiere e dal medico di famiglia.

Oltre alla Casa della Salute di Empoli, la prima ad essere stata inaugurata il 14 ottobre 2008, nel tempo, nel territorio della Asl 11, ne sono state attivate altre cinque: a Certaldo, in piazza della Libertà, a Montopoli, in località Capanne in via Mattei n. 4, a Castelfiorentino in via Cesare Pavese n. 4, a Cerreto Guidi in via dei Fossi n. 3, a Montaione, in viale da Filicaia, presso l’attuale distretto socio-sanitario, nei locali di Villa Serena e a Galleno, nel comune di Castelfranco di Sotto, in via Don Arzilli n. 4.

Il piano aziendale prevede sul territorio della Asl 11 la costituzione di 18 Case della Salute. Per rafforzare sul territorio il modello assistenziale della Casa della Salute, l’Asl 11 ha ricevuto dalla Regione Toscana oltre 3milioni di euro.

Questo fondo costituisce una fetta dell’intero cofinanziamento, pari a euro 15.985.528, erogato dal Ministero della Salute a favore della Regione Toscana in base al decreto del 28 ottobre 2010.

Questo tesoretto è andato ad aggiungersi alla quota erogata direttamente dalla Regione attraverso il Fondo Sanitario Regionale pari a euro 2.700.000.

Il progetto legato alla creazione, all’organizzazione, alla gestione e allo svolgimento delle attività nelle Case della Salute sul territorio dell’Asl 11, quindi, è stato reso possibile grazie ad un sostegno economico superiore ai 6milioni di euro.

I progetti Case della Salute esistenti sul territorio dell’Asl 11 sono il frutto della collaborazione e della partecipazione di molteplici soggetti: le Società della salute di Empoli e del Valdarno Inferiore, le associazioni del terzo settore, i professionisti sanitari coinvolti (medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, medici della continuità assistenziale, medici di comunità e specialisti, personale infermieristico, ostetriche, assistenti sociali e personale amministrativo.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità