Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:45 METEO:EMPOLI10°18°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
giovedì 22 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Usa, le immagini dalla bodycam dell'agente che ha sparato alla sedicenne Ma'Khia Bryant

Attualità mercoledì 07 aprile 2021 ore 15:33

Resistenza, tutela per la tomba di Guido Guidi

​Il Comune di Montelupo Fiorentino ha deciso di preservare il loculo di Guido Guidi e di sua moglie Manon Gattai, attraverso concessione gratuita



MONTELUPO FIORENTINO — Un omaggio ad un uomo che ha sacrificato la propria vita per la Liberazione dell’Italia quello del sindaco di Montelupo Fiorentino che ha deciso di concedere gratuitamente i loculi di Guido Guidi e di sua moglie Manon Gattai.

La Giunta ha scelto di rendergli omaggio anche prevedendo la concessione gratuita del loculo in cui è sepolto vicino a sua moglie. "Guido Guidi era un giovane come tanti - ha detto il sindaco Paolo Masetti - animato da un profondo senso di giustizia che lo ha spinto a combattere in nome della Libertà. Il bene più prezioso che abbiamo e che troppo spesso diamo per scontato. A volte i simboli servono. Guido Guidi è un simbolo di questa Libertà e l’Amministrazione ha il dovere di rendergli omaggio. Negli anni lo abbiamo sempre fatto. Il nostro regolamento cimiteriale offre a facoltà in casi particolari di poter concedere sepolture e loculi a titolo gratuito. Ci è sembrato doveroso assumere questa decisione con l’intento che la tomba di Guido rimanga monito per le generazioni future a salvaguardare la Libertà come bene prezioso e imprescindibile".

Guido Guidi, decorato alla memoria con la Croce al Merito di Guerra, è un simbolo della Resistenza italiana, tanto che ogni 25 Aprile viene celebrato con la deposizione di un corona di alloro. 

Nel 1945 Guido Guidi era un giovane montelupino sposato con Manon e con un figlio, Rossano. Assieme ad altri 530 volontari partì da Empoli il 13 Febbraio per entrare nel Corpo Volontari della Libertà, che unificò nel successivo mese di Marzo le forze della resistenza contro il nazifascismo. I giovani volontari, dopo un periodo di addestramento, partirono per andare a combattere nell’Italia del Nord. Guido Guidi, appartenente al gruppo di combattimento Friuli, morì sul campo a Castel San Pietro, in provincia di Bologna, il 20 Aprile del 1945. La sua salma fu riportata a Montelupo e sepolta presso il plesso dell’Ambrogiana del cimitero comunale. Grazie a una colletta dei volontari fu tumulata in loculo.

Qualche tempo fa è venuta a mancare anche Manon che ha espresso il desiderio di ricongiungersi dopo tanti anni al marito perso troppo presto. 

Nel settembre del 1957 fu intitolata al giovane volontario una strada in località San Quirico, dove abitava prima di arruolarsi. Nel 2019 gli è stata dedicata una targa collocata in piazza Salvo D’Acquisto.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' durata 24 ore la tregua prima di un nuovo aumento dei contagi. La Città metropolitana è tornata sopra ai 200 casi tracciati in una giornata
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità