comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 19°26° 
Domani 19°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 22 settembre 2020
Giani
860.214
 
48.62%
Ceccardi
715.590
 
40.45%
Galletti
113.273
 
6.40%
Vigni
7.646
 
0.43%
Fattori
39.520
 
2.23%
Barzanti
15.996
 
0.90%
Catello
16.945
 
0.96%
corriere tv
Bomba d'acqua ai Castelli Romani, strade come fiumi a Rocca di Papa

Attualità giovedì 28 maggio 2020 ore 16:25

Un nuovo futuro per la parte alta del paese

Il Comune di Montelupo potrà acquisire ad una cifra simbolica il diritto di superficie sull’area del belvedere del castello per 49 anni



MONTELUPO FIORENTINO — Da oggi Montelupo può iniziare a sognare una valorizzazione della sua parte più antica: il belvedere su cui si erge la Prioria di San Lorenzo, prima roccaforte di guardia della cittadina dall’incastellamento del 1203; punto nevralgico da cui si è sviluppata la città.

Un progetto che era anche un sogno di uno dei cittadini più illustri di Montelupo, Vittoriano Bitossi, già del 1996 aveva fatto realizzare un progetto di recupero, rendendosi disponibile a pagarne le spese, e di cui ieri ricorreva l’anniversario di nascita.

Vi fu un ulteriore tentativo nel 2003, in occasione degli 800 anni dall’incastellamento di Montelupo, quando il Comune sviluppò un ulteriore progetto, anch’esso purtroppo senza successo.

L’area, compresa la Prioria di San Lorenzo, i terreni circostanti e le mura, è proprietà della Parrocchia di San Giovanni Evangelista.

Nel 2018 la giunta Masetti preparò una nuova fattibilità tecnico economica limitata al solo belvedere, prevedendo nella programmazione triennale delle opere pubbliche 300 mila euro per realizzare il progetto.

Nel 2019 il Comune e la Parrocchia siglarono una dichiarazione d’intenti con la quale si prefiggevano di collaborare per la valorizzazione dell'intera parte alta dell'abitato storico di Montelupo Fiorentino.

Ieri sera il Consiglio Comunale ha unanimamente fatto il primo importante passo. Con una cifra simbolica ha deliberato l’acquisizione per i prossimo 49 anni del diritto di superficie su parte dell’area.

Obiettivo del Comune è quello di intervenire nell’area del Belvedere del Castello per garantirne accessibilità pubblica e ha previsto nei prossimi anni la sistemazione della viabilità alta del castello, oltre alla valorizzazione e riqualificazione del luogo sia dal punto di vista storico-archeologico che dal punto di vista paesaggistico-ambientale.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Politica

Cronaca