QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 15°25° 
Domani 14°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 22 ottobre 2019

Attualità sabato 20 maggio 2017 ore 17:00

La carica dei 101 per pulire i boschi

Individuate diverse piccole discariche abusive. Il sindaco Giunti: "Dobbiamo dare un esempio di civiltà ed etica alle nuove generazioni"



CAPRAIA E LIMITE — Successo per l'iniziativa Puliamo i boschi di Capraia e Limite, organizzata dall’amministrazione in collaborazione con Legambiente, Alia Spa e Vab (Vigilanza Antincendi Boschivi) sezione di Limite.

Stamattina alle 9 circa cento persone, tra bambini delle scuole, genitori e altri cittadini, si sono recate alpunto di ritrovo, fissato davanti all’area dell’ex Copart in via Gramsci (all’altezza della salita per Montereggi), a Limite sull’Arno, e si sono avviate verso il bosco per l'individuazione e la raccolta dei rifiuti abbandonati. La pulizia ha interessato prevalentemente l'area intorno alla frazione di Pulignano, con l'aiuto dei mezzi messi a disposizione dalla Vab, presente con i propri uomini che si sono calati nei dirupi per estrarre i rifiuti più ingombranti scaricati come se fosse una discarica.

Durante il percorso, sono stati individuati almeno cinque punti di scarico con resti di bagni, in particolare lavandini, scarti edili, sacchi neri dell'immondizia, quaderni, libri, bambole, bottiglie di vetro e di plastica, tubi di ferro.

Al termine delle operazioni, in attesa del ritiro dei rifiuti raccolti da parte di Alia Spa, Legambiente ha apposto una targa simbolica in ricordo dell'operato dei numerosi volontari che hanno deciso di trascorrere un sabato mattina diverso e si sono adoperati per la tutela dell'ambiente.

“Siamo soddisfatti dell'esito di questa edizione di Puliamo i boschi, evento che riproporremo sicuramente anche nel 2018. Nonostante i ripetuti controlli della Polizia Municipale, che ringraziamo, continuano imperterriti gli abbandoni dei rifiuti o i conferimenti impropri, sintomo di una mancanza di etica, senso civico e sensibilità ambientale. Alle sanzioni, per essere davvero efficaci, dobbiamo affiancare l'educazione, in particolare delle nuove generazioni, che fin dai primi anni di vita devono imparare a rispettare la natura e ciò che ci circonda. Siamo convinti che l'esempio che diamo in contesti come quello di stamani sia foriero di speranza per un futuro rispettoso della natura. Ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato, la Vab, Legambiente, Alia, e l'Ufficio Ambiente del Comune, in particolare la dipendente Silvia Cecchi” hanno commentato il sindaco Alessandro Giunti e la giunta comunale, presente quasi al completo.



Tag

«L'abbraccio», la storia mai raccontata del giudice Saetta e del figlio uccisi dalla mafia diventa un film

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Cronaca

Cronaca

Attualità