QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 12° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
venerdì 06 dicembre 2019

Cultura martedì 03 dicembre 2019 ore 14:09

Una mostra in ricordo di Davide

Sarà inaugurata alla biblioteca comunale la mostra espositiva “Il mondo di Davide” in ricordo di Davide Degl’Innocenti, scomparso nel 2018



CAPRAIA E LIMITE — Sarà inaugurata venerdì 6 dicembre alle ore 17.30 alla biblioteca comunale “Pablo Neruda” di Limite sull’Arno la mostra espositiva “Il mondo di Davide” in ricordo di Davide Degl’Innocenti, scomparso nel 2018.


“Davide ci ha lasciato di schianto, nella torrida estate 2018, con la stessa leggerezza affettuosa con la quale ci aveva sempre accompagnato in classe, con quel suo sorriso onesto ed empatico, innamorato della vita e fiducioso nel prossimo", scrivono i due curatori della mostra, i professori Griccio e Larcianelli:
"È per onorare la memoria della sua vita, così terribilmente breve, che i compagni di classe, che oggi frequentano la 5a A del Liceo Artistico Virgilio di Empoli, hanno deciso, con il prezioso coordinamento della Professoressa Marilena Larcianelli, di dedicargli questa bella mostra, resa possibile anche grazie alla sensibile disponibilità del Comune di Capraia e Limite, dove Davide abitava con la propria famiglia.
Una mostra, questa, di grande valore artistico - oltre che di straordinaria valenza etica – in quanto, oltre a presentare una interessante selezione di disegni del nostro indimenticabile Davide, ci offre anche una cospicua serie di fantasiose variazioni sul tema che i suoi compagni hanno voluto dedicargli traendo spunto proprio dalle sue opere.
Si è trattato, in pratica, di tradurre i coloratissimi e fantasiosi disegni che Davide realizzava a getto continuo, con instancabile generosità e fervida immaginazione, in opere plastiche tridimensionali, realizzate nel corso del passato anno scolastico 2018-2019.
Così, filtrati dall’affetto dei compagni che lo hanno conosciuto e gli hanno voluto bene, i sogni cartacei di Davide hanno preso corpo e volume, diventando composizioni scultoree policromate, costruzioni plastiche, di altrettanta generosità espressiva e di alto valore tecnico ed artistico.
Passando fra le 29 opere esposte, nell’accogliente cornice della Sala Comunale del suo paese, lo stravagante cromatismo e il fervore creativo di Davide rivivono, accompagnati e ulteriormente amplificati dall’ideale abbraccio dei suoi compagni e di tutti gli insegnanti, che il suo sorriso innocente e contagioso, ha reso - ogni giorno che lo si incontrava in classe – un po’ migliori”.



Tag

Otto e mezzo, Santori contro Sallusti: "Ha gli occhi foderati di prosciutto"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Lavoro