QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 14° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
domenica 23 febbraio 2020

Spettacoli mercoledì 25 dicembre 2019 ore 10:25

La magica atmosfera del Natale

Castelfiorentino si immerge nell’atmosfera del Natale. Il Concerto natalizio con i poeti e lo spettacolo teatrale animano “la Via dei presepi”.



CASTELFIORENTINO — Si respira a pieni polmoni l’atmosfera natalizia a Castelfiorentino, che nel centro storico alto vedrà nei prossimi giorni una serie di eventi destinati a rendere ancor più animata la “Via dei Presepi”. Giovedì 26 dicembre (ore 17.00) la Collegiata di San Lorenzo ospiterà un Concerto dal titolo “Cantiamo e recitiamo il Natale”, con il Coro di San Lorenzo e i poeti Paolo Parrini, Maria Grazia Lotti, Massimiliano Chiti.


Domenica 29 dicembre (ore 16.30) alla Collegiata di San Lorenzo la Compagnia teatrale “Passi di Luce” presenta "Il Colore Del Vento, il profumo del grano", che narra la vicenda umana (toccata dalla grazia divina) di Maria e Giuseppe, sposi promessi. Intrecciata con i canti di De Andre' la trama coinvolge lo spettatore nella vicenda delicata e profonda di Maria e Giuseppe, aiutandoli a entrare nel mistero del Natale. L'evento dell'Annunciazione li coglie infatti nella loro piena umanità, tra fede e turbamento, e cambierà per sempre le loro vite. La nascita avviene a Betlemme, Bet-Lehem "casa del pane" dove il piccolo Gesu' deposto in una mangiatoia preannuncia l'offerta che avra' il sapore di dono e sacrificio. In scena alcuni giovani della Compagnia Teatrale Passi di Luce (alla chitarra Alessio Biondi) con la collaborazione del poeta Massimiliano Bardotti.

Nelle vie del centro storico alto sarà inoltre possibile visitare “La via dei Presepi”, che quest’anno celebra il suo Decennale in modo spettacolare. Sono oltre settanta infatti i presepi artistici e artigianali disseminati lungo 52 postazioni, tra cui la natività alla Pieve allestita con personaggi a grandezza naturale e una serie di video-scenografie luminose, atmosfere evocative che disegnano sulle antiche mura la notte stellata del deserto. Presepi artistici e artigianali disseminati ovunque: dai davanzali ai balconi, dalle chiese alle vetrine dei negozi, in miniatura e di grandi dimensioni, lungo i nuovi sentieri di accesso al “Parco Piovanelli” che sono stati recentemente restaurati e riqualificati. Presepi allestiti dalle associazioni, dagli anziani (Casa di Riposo “EMD Ciapetti”) dai giovanissimi dei gruppi parrocchiali, dagli alunni e studenti dell’Istituto Comprensivo.

Presepi per stupire, come il “Presepe nel pozzo”, con un effetto cascata scenografico, oppure per pensare, come il “Presepe” con i Pinocchi, una natività tradizionale che intende lanciare il messaggio divino del bambin Gesù portatore della luce della “verità” in un mondo di menzogne (via Ferruccio). E poi il “Presepe meteorologico”, in grado di scandire vari momenti della giornata e le mutevoli condizioni meteo passando dal mattino al tramonto, dalla nebbia al temporale (pioggia compresa) fino all’arcobaleno e all’immancabile caduta della neve (Chiesa di San Filippo), e il “Presepe in bicicletta”, che quest’anno si è praticamente sdoppiato grazie a una natività allestita in via Ferruccio e l’altra addirittura in Vaticano, nella sala di San Pio X (Castelfiorentino partecipa infatti alla 43° edizione di “Cento presepi dal mondo”)

Si ricorda che “La via dei Presepi” sarà aperta fino al 6 gennaio nei seguenti orari: sabato, domenica e festivi ore 15.00-19.30, e che il cuore del centro storico alto (piazza del Popolo) sarà raggiungibile anche con il “Trenino natalizio”. Nel centro storico basso, largo ai giovani lungo la pista di pattinaggio su ghiaccio e alle numerose giostre e attrazioni per i bambini



Tag

Coronavirus: la mappa del contagio

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Spettacoli