QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 16°27° 
Domani 15°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 17 settembre 2019

Attualità giovedì 22 novembre 2018 ore 12:37

Una panchina rossa per piazza Gramsci

Domani pomeriggio iniziativa al Ridotto e a seguire cerimonia di installazione, con una targa, contro la violenza sulle donne



CASTELFIORENTINO — “La violenza contro le donne è una sconfitta per tutti”. Sono le parole riportate sulla targa che verrà scoperta domani pomeriggio e posizionata su una panchina di colore rosso, verniciata appositamente come luogo simbolico di denuncia e di sensibilizzazione della popolazione sul fenomeno della violenza sulle donne. Per il 25 novembre (Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne) hanno già preso il via a Castelfiorentino alcune iniziative che intendono richiamare l’attenzione di tutti su questo problema, sempre più ricorrente nelle cronache quotidiane attraverso episodi di stupro, molestie, stalking e omicidi, dentro e fuori dalle mura di casa.

Domani pomeriggio (venerdì 23 novembre, ore 16.00) la violenza sulle donne sarà oggetto di un approfondito dibattito al Ridotto del Teatro del Popolo: “Storia di Vanessa”, testimonianza di Maria Grazia Forlì e riflessioni sull’applicabilità del rito abbreviato al femminicidio, con interventi del Sindaco, Alessio Falorni, del Vicesindaco, Claudia Centi, dell’on. Laura Cantini e dell’avv. Veronica Vettori. 

A seguire (18.30) l’inaugurazione in Piazza Gramsci (di fronte al teatro) della “Panchina rossa”, che dovrà rappresentare un simbolo quotidiano dell’impegno e della lotta contro la violenza sulle donne.

“Come Comune di Castelfiorentino abbiamo deciso di realizzare questa panchina rossa – sottolinea Sandra Niccolai, consigliere con delega alle Pari Opportunità – come simbolo contro la violenza e a favore di una cultura di parità. Una testimonianza quotidiana alla comunità per la difesa dei diritti delle donne e contro il femminicidio. La collocazione in piazza Gramsci, davanti al teatro e in posizione visibile da tutta la popolazione, deve identificare l’impegno costante a promuovere iniziative contro il femminicidio e la violenza di genere in tutte le forme possibili, favorendo ogni iniziativa che abbia questo obiettivo, rivolto soprattutto alle nuove generazioni e con particolare impegno nelle scuole”.

Venerdì 30 novembre (ore 21.00) al Teatro del Popolo è in programma anche una serata interamente dedicata al Centro Lilith con danza libera per tutti (Kineses Centro Studi Danza e Movimento) e Teatro Zero con Emanuele Ginori. Costo del biglietto 10 euro (prevendita biglietteria del Teatro dal 23 novembre). Ma non è finita. Il circolo del Cinema “Angelo Azzurro” organizza infatti fino alla primavera 2019 una rassegna cinematografica dal titolo “No alla violenza maschilista che uccide le donne”, presso “La Stanza rossa” in via IV Novembre 2/d.

Queste le associazioni che hanno collaborato alla realizzazione del programma, promosso dallo SPI CGIL e dal Coordinamento Donne SPI CGIL in collaborazione con il Comune di Castelfiorentino: Auser Filo d’Argento, Avis, Sezione soci Coop Gruppo fotografico Giglio Rosso, Circolo del Cinema “Angelo Azzurro”, gruppo amatoriale “Knit Café”, Prociv Arci, ANPI, Fili in Allegria.

Un'altra panchina rossa sarà installata in piazza Battisti a Limite sull’Arno, su iniziativa dell'amministrazione comunale di Capraia e Limite. L'inaugurazione sabato 24 novembre, alle 11, alla presenza del sindaco Alessandro Giunti e dell’assessora alle pari opportunità Rosanna Gallerini.



Tag

Scissione PD, le risate di Di Pietro: "Non sapevo nulla"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Politica