QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 12°20° 
Domani 11°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità venerdì 11 novembre 2016 ore 12:30

Il menù della mensa diventa unico

Cerreto, Vinci, Capraia e Limite unificano i pasti nelle scuole dell'infanzia. Tra gli obiettivi una maggiore qualità dei prodotti



CERRETO GUIDI — Un unico menù per i bambini della scuola dell’Infanzia e della scuola primaria dei Comuni di Cerreto Guidi, Vinci e (con piccole variazioni) Capraia e Limite. La novità scatterà da lunedì 14 novembre 2016 e interesserà circa 2000 bambini.

L’integrazione dei menù è la conseguenza di un lavoro avviato da mesi attraverso la Commissione Mensa che ha tra i suoi obiettivi la rivisitazione e il costante miglioramento dei menù.

I Comuni di Cerreto Guidi, Vinci e Capraia e Limite, hanno in particolare recepito le linee di indirizzo nazionale, oltre alle più recenti regionali, per la ristorazione scolastica che sottolineano l’importanza di facilitare sin dall’infanzia, l’adozione di abitudini alimentari corrette per la promozione della salute e un'alimentazione sana.

Pasti di qualità ed equilibrati, valorizzazione del pasto a scuola e rotazione degli alimenti, non sono che alcuni dei principi che sottendono alla scelta dei menù della ristorazione scolastica compiuta dai Comuni di Cerreto Guidi, Vinci e Capraia e Limite.

Per far ciò i comuni si sono avvalsi della stretta collaborazione di tutti soggetti interessati: insegnanti, operatori della mensa, genitori, bambini e operatori sanitari.

Una particolare attenzione nella composizione del menù, è stata posta agli alimenti biologici e alle forniture a chilometri zero, incrementando la presenza di prodotti alimentari di filiera corta e di produzione locale.

In ossequio, inoltre, alle linee guida nazionali e regionali, i menù tengono conto della necessità di aumentare il consumo di cereali, legumi, ortaggi e frutta in quanto questi alimenti apportano carboidrati (soprattutto amido e fibra), ma anche vitamine, minerali e altre sostanze di grande interesse per la salute; i cereali, e soprattutto i legumi, sono inoltre buone fonti di proteine. Nel menù non sono stati inseriti volutamente alimenti conservati.

La collaborazione tra i nostri comuni e la necessità di rivedere i menù- commentano all’unisono gli assessori all’Istruzione di Cerreto Guidi e Vinci Mariangela Castagnoli e Claudia Heimes e il sindaco di Capraia e Limite, Alessandro Giunti - sono alla base di questa scelta che vuole creare una solida alleanza tra i Comuni nella convinzione che la ristorazione scolastica debba elevare il livello qualitativo dei pasti, mantenendo saldi i principi di sicurezza alimentare. La corretta gestione della ristorazione e dei menù scolastici è il primo, ma importante passo per avere una comunità che si convinca come un giusto modo di alimentarsi sia determinante per la salute”.



Tag

Migranti, naufragio a Lampedusa: i corpi ritrovati tra robot e lacrime

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Lavoro