Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:EMPOLI11°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 29 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Migranti: 10 anni di errori, ipocrisie, propaganda e il falso problema delle Ong

Attualità giovedì 29 settembre 2022 ore 09:09

Ecografo donato con la raccolta dell'Empoli Calcio

L'ecografo a disposizione nelle sale dialisi consente di valutare costantemente la funzionalità ed evidenziare le possibili complicanze in tempo reale



EMPOLI — L’Empoli Football Club ha attivato una raccolta fondo finalizzata all’acquisto di un ecografo portatile al centro di Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale San Giuseppe, diretto da Lucia Dani, utile per una valutazione costante della fistola artero-venosa nei pazienti dializzati.

Alla consegna erano presenti: dr.ssa Silvia Guarducci, Direttore sanitario Ospedale San Giuseppe, Lucia Dani, Direttore SOS Nefrologia e Dialisi Empoli, Viviana Finato, Dr. Ciro Lenti, medici della Dialisi, Dr. Simone Baldi, Coordinatore Infermieristico, Russo, Alberto Rosati Direttore SOC Nefrologia Firenze 1 ed Empoli e Coordinatore Programma Trapianto Rene Regione Toscana, Alessia Puccini, responsabile Empoli for charity.

L'ecografo è ormai uno strumento indispensabile nella pratica clinica in tutti i reparti e nello specifico nelle sale dialisi dove la sopravvivenza dei pazienti è legata alla buona funzionalità della fistola artero-venosa.

“Questo tipo di strumento aiuta a dare ai pazienti un servizio al massimo delle possibilità e al passo con i tempi, pertanto ringraziamo i donatori per il loro sostegno. La fistola artero-venosa per il paziente in dialisi è la “VITA” perché gli permette, se efficiente e ben funzionante, di eseguire il trattamento dialitico ottimale e gli consente di vivere la sua vita nel miglior modo possibile. Per garantire che la fistola sia sempre efficiente, abbiamo bisogno di avere un ecografo a disposizione nelle sale dialisi che ci consenta di valutare costantemente la sua funzionalità ed evidenziare le possibili complicanze in tempo reale per intervenire prima che si comprometta definitivamente il suo funzionamento. Inoltre, nei casi difficili (fistola poco sviluppata, vasi tortuosi o profondi), l'ecografo aiuta gli operatori (medici ed infermieri) ad incannulare il paziente nel modo migliore ed evitare complicanze (ematomi, sanguinamenti, pseudo aneurismi) che potrebbero compromettere la sopravvivenza stessa della fistola" sottolinea Lucia Dani.

“Donazioni come queste sono fondamentali per mettere a disposizione dei nostri reparti strumentazioni sempre tecnologicamente avanzate ed offrire ai nostri pazienti adeguata assistenza. Per questo siamo grati a coloro che con il loro contributo hanno permesso di dotare la nefrologia di Empoli di questo nuovo ecografo" ha detto Alberto Rosati.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo incontro sul Distretto Circolare al quale il gestore dei servizi ambientali presenterà per la quarta volta i dati della proposta di impianto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità