Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:EMPOLI12°22°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Aliseo, «I libici hanno sparato sul peschereccio per uccidere»

Attualità domenica 02 maggio 2021 ore 18:07

Il Primo Maggio del sindaco infiamma il commercio

Primo Maggio

"Oggi non si lavora, oggi non si compra" aveva scritto Barnini ieri mattina sui social. E dai negozianti in crisi Covid si è levata la protesta



EMPOLI — "Oggi non si lavora, è festa. Oggi non si compra, è festa. Il primo maggio non è solo un giorno rosso sul calendario": con questo post ieri mattina il sindaco Brenda Barnini salutava la Festa dei Lavoratori, solo che invece poi loro - i lavoratori, quelli del commercio in particolare messi in difficoltà dalla crisi da Covid-19 coi vari provvedimenti di limitazione alle aperture - hanno salutato lei con una quantità di commenti contrariati.

"Post superfluo e fuori luogo", scrive qualcuno. "I negozianti più di altre categorie hanno risentito della situazione attuale", ricorda qualcun altro. "Vuol dire che sta sempre seduta in ufficio, faccia autocritica", vanno avanti i cittadini. 

"So benissimo che i negozi sono aperti a Empoli e non giudico nessuno perché capisco le difficoltà di chi da un anno vive in condizioni di assoluta precarietà", aveva tentato di ribattere il sindaco Barnini all'interno del post ufficiale sulle celebrazioni per il Primo Maggio. Ma nulla, ormai la bambola della polemica era partita: "Lo sa benissimo che i negozi sono aperti per disperazione e ha pensato bene di dire, nel suo post precedente, che oggi non si lavora e non si compra...Giusto per dare una mano...", rintuzza a stretto giro una cittadina.

E niente, serviva il chiarimento. E' arrivato oggi, sempre su Facebook, con un nuovo post tutto testo e niente foto in cui il sindaco Brenda Barnini articola il proprio pensiero. Eccolo in versione integrale: 

Sono abituata ad ascoltare, a confrontarmi e a imparare dalle critiche. Il post che ho fatto ieri e che ha suscitato tanti commenti negativi mi fa certamente riflettere. Capisco che è stato visto come un'esortazione a non comprare nei negozi del centro e per questo comprendo benissimo il disappunto di molti ma non era quello il senso.

Era invece relativo all'opportunità che le grandi distribuzioni stessero aperte anche Ieri mattina. In quel caso la domanda è: ma quei lavoratori che non hanno mai smesso nemmeno un secondo in questo anno perché considerati essenziali davvero dovevano lavorare anche ieri mattina? Non c'era per noi tutti un altro momento in cui fare la spesa che non fosse ieri mattina? E per quei lavoratori non è certo stata una scelta quella di lavorare anche ieri e per inciso sono gli stessi che immaginiamo essere magari consumatori di altri negozi.

Per quel che riguarda il centro storico: sono sette anni che ho l'onore e l'onere di essere Sindaco della nostra città e penso che i fatti abbiano dimostrato molto più delle parole quanto abbiamo investito sul rilancio del nostro centro commerciale naturale. E le cose più importanti si concluderanno nei prossimi mesi, i cantieri di rigenerazione urbana dall'ospedale Vecchio, all'ex Sert, dalla Biblioteca all'ex Convitto in Piazza del Popolo. Le nuove funzioni che saranno ospitate in quegli spazi saranno il miglior antidoto contro l'indebolimento della vocazione commerciale del nostro centro storico. Ci sarà molto da lavorare insieme come abbiamo fatto fino a qui per far ripartire la nostra città e sono sicura che saremo tutti impegnati a dare il meglio. Buona domenica.

Pace fatta? Fino a un certo punto, con una nuova fila di commenti tra detrattori, critici, minimizzatori. "Quella frase sarà risultata non appropriata. Del resto se ha fatto questo nuovo post anche a lei qualcosa non è tornato", osserva un cittadino. "Certamente", gli risponde Barnini. 

Oggi non si lavora, è festa. Oggi non si compra, è festa. Il primo maggio non è solo un giorno rosso sul calendario. È...

Pubblicato da Brenda Barnini su Venerdì 30 aprile 2021
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il cadavere di un uomo è stato rinvenuto nei pressi della stazione di Empoli in un edificio dismesso. Indagini in corso da parte della polizia
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità