Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:00 METEO:EMPOLI18°28°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
venerdì 19 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Attualità sabato 07 agosto 2021 ore 11:02

Il cantiere abbandonato diventerà ecopark

L’amministrazione comunale ha incaricato una ditta per redigere i primi progetti volti al recupero dello "scheletro" di Ponte a Elsa



EMPOLI — Tra i progetti ammessi a finanziamento dal Ministero delle Infrastrutture nell'ambito del programma Pinqua sulla qualità dell’abitare, c'è anche il recupero e la rigenerazione urbana dello "scheletro" dell’edificio mai terminato di Ponte a Elsa.

"L’amministrazione comunale  - si legge in una nota del Comune- pensa a un grande investimento da oltre 8 milioni e mezzo di euro con al centro, come fulcro principale, il recupero e la trasformazione del cosiddetto EcoMostro che, nell’idea del sindaco Brenda Barnini, diventerà EcoPark". L’incarico per la redazione del progetto definitivo è stato affidato alla Studioprogetti S.r.l.di Empoli.

"Oltre all’area dismessa dell’immobile mai terminato - spiega l'ente- il progetto totale ha l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dell’intera frazione di Ponte a Elsa grazie a piste ciclabili, percorsi pedonali, illuminazione e sistema di videosorveglianza, efficientamento degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, ammodernamento del palazzetto dello sport e ampliamento di una scuola. In questo caso l’affidamento del progetto riguarda al momento esclusivamente l’EcoPark".

Il Comune entra poi nel dettaglio del progetto: l’investimento previsto per la riqualificazione dello stabile è di 5,4 milioni di euro, di cui 2 richiesti all’interno del bando ministeriale. Si passerà dai 5.000 mq dell’Ecomostro ai 1.500 entri quadri di una struttura adibita a servizi per i cittadini con area verde. Non ci sarà nessun alloggio residenziale. L'altezza dell'immobile scenderà da 15 metri a 6. 1.500 metri quadri di nuova area verde e una piazza da 2.300 metri quadrati con 50 parcheggi interrati e 80 esterni esterni, riutilizzando la parte interrata esistente.

Al piano terra e al primo piano dell’attuale immobile troveranno spazio servizi di livello intercomunale.
Fra le idee: caffetteria, sala lettura e punto prestito biblioteca, Università dell'età libera, servizio sanitario, doposcuola, sala multimediale, spazio Lego in memoria di Gianluca Cannalire, tra i fondatori di Toscana Bricks e fra gli organizzatori di Mattoncini a Palazzo e poi Ludicomix Bricks and Kids, scomparso a causa del Covid-19 e residente con la sua famiglia proprio a Ponte a Elsa.

Quindi sarà demolito l'immobile centrale 'a colonna' e i tre piani di quello ‘a ferro di cavallo’ così come si vede oggi.

La copertura del nuovo immobile sarà il risultato della demolizione e il tetto della nuova struttura sarà piano, utilizzabile e raggiungibile sia internamente, con vani scale, sia esternamente con due rampe fatte a giardino.

Il Comune di Empoli ha partecipato al bando Punqua inserendo anche altri progetti, finanziati dal ministero. Un sistema di spazi aperti con la sistemazione dei percorsi pedonali, attraversamenti pedonali luminosi, piste ciclabili illuminate di collegamento tra scuole, la stazione ferroviaria e l’EcoPark, e telecamere di videosorveglianza: 300.000 euro richiesti nel bando.

Sono previsti anche due interventi agli alloggi Erp esistenti: uno è già stato approvato e riguarda i palazzi di Via Caduti di Cefalonia (819.000 euro) e l’altro di Via Fasolo, inserito in questo bando, per altri 800.000 euro (la metà richiesti come finanziamento) sempre con obiettivo l’efficientamento energetico. Interventi che saranno seguiti da Publicasa.

Infine, non meno importante, l’efficientamento energetico e l’ampliamento con adeguamento sismico della scuola primaria di Ponte a Elsa di Via Fratelli Cervi, investimento da 965mila euro. L’idea è di ospitarci entrambe i cicli delle sezioni delle elementari di Ponte a Elsa, liberando l’altro immobile scolastico che potrebbe ospitare classi di scuola media.

In dettaglio i vari progetti inseriti nel bando Pinqua che riguardano Empoli e in particolare Ponte a Elsa: Quartiere Erp Via Fasolo, Riqualificazione energetica alloggi (800.000 euro); Eco-park, rigenerazione urbana fabbricato dismesso nel centro abitato di Ponte a Elsa (5.400.000); quartiere Erp Via Caduti di Cefalonia, riqualificazione energetica di 2 edifici ERP (800.000); vecchia palestra, riqualificazione della copertura del palazzetto comunale di Ponte a Elsa (250.000); piste ciclabili, riqualificazione area a verde e realizzazione di nuovi tratti di piste ciclabili nel centro abitato di Ponte a Elsa (300.000).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Danni ingenti, strade chiuse, collegamenti interrotti e traghetti fermi all'Elba. Venti fino a 140 chilometri orari. Dichiarato lo stato di emergenza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca