QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 12°20° 
Domani 11°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità giovedì 10 ottobre 2019 ore 14:24

Controlli di vicinato anche a Cortenuova

Affollata assemblea al Circolo Arci fra residenti, sindaca e numerosi rappresentanti delle varie forze di polizia, per spiegarne il funzionamento



EMPOLI — La sala del Circolo Arci di Cortenuova era colma ieri sera sintomo del grande interesse da parte di un nutrito numero di cittadini della frazione, per il progetto voluto dall’amministrazione comunale e dedicato a promuovere e rafforzare la sicurezza urbana: il Controllo del Vicinato.

L’iniziativa ha preso il via nella primavera 2017 ed è portata avanti dal Comune in stretta collaborazione con polizia municipale, polizia di stato e Arma dei carabinieri.

Ieri sera, mercoledì 9 ottobre, si è svolto uno dei tanti incontri con i residenti che la sindaca Brenda Barnini ha organizzato proprio su richiesta di gruppi di cittadini vogliosi di conoscerne le modalità.

L’obiettivo è quello di divenire parte integrante di un nuovo modo di vivere quello che, qualche decennio fa, era la normalità, vale a dire un ‘vicinato solidale’.

L’incontro è stato promosso dal Circolo Arci della frazione, in particolare dal suo presidente Roberto Iallorenzi, anche membro del consiglio comunale di Empoli.

Alcuni cortinovesi che hanno partecipato all’incontro sono già in contatto attraverso la chat di Whatsapp da qualche mese: si tratta di alcuni residenti delle Vie Arnovecchio e del Piano all’Isola. Potrebbero essere con molta probabilità due dei gruppi di Controllo di Vicinato che si costituiranno ufficialmente da qui a qualche settimana.

Altri hanno preso informazioni e lasciato i propri contatti al Comune di Empoli.

Il sindaco ha ringraziato innanzitutto i cittadini ma anche i tanti rappresentanti delle forze dell’ordine.

Erano presenti l'assessore alla sicurezza Antonio Ponzo Pellegrini, il maggiore Daniele Riva, da qualche settimana nuovo Comandante Compagnia Carabinieri di Empoli, con lui per l’Arma il luogotenente, Paolo Dolfi, Comandante della Stazione Carabinieri di Empoli, e la tenente Valentina Grillo, comandante del Nucleo Operativo Radiomobile; per la polizia di stato il commissario Danilo Di Stefano, sempre presente agli incontri del Controllo di Vicinato.

La polizia municipale dell’Unione Empolese Valdelsa era rappresentata da Grazia Boldrini, che ha illustrato il Controllo del Vicinato, e da Massimiliano Mengoni.

"Nessuno può proteggerci più della rete di relazioni che siamo in grado di stringere tra di noi – ha detto Barnini -. È compito di tutti aiutare le forze dell’ordine con segnalazioni attente e qualificate. Ieri sera a Cortenuova c’è stata un'assemblea davvero molto partecipata. La nostra idea di sicurezza tiene insieme socialità, prevenzione e controllo del territorio. Investire sulla qualità delle relazioni dei cittadini è l'obiettivo del progetto controllo di vicinato. Ognuno di noi può essere un punto di riferimento per le forze dell'ordine e contribuire in modo decisivo alla sicurezza della nostra città. I gruppi del controllo di vicinato stanno crescendo in tutta la città".

Nelle prossime settimane altri incontri sono in programma a Carraia-Cascine e Corniola.

Ad oggi sono 14 i gruppi registrati e riconosciuti dal Comune di Empoli: i primi a essersi associati sono stati alcuni cittadini di Vitiana, fra Pagnana e Avane; poi Via Tino da Camaino, in zona ospedale; tre gruppi nell’area collinare di Villanuova (San Friano, Piazzano e zona Ponticino, Via del Pantano); altri residenti nella zona di Via Ponzano per San Donato, poi a Ponzano intorno al parco urbano, Via Nobile, Via Righi e Via Galletti; sono invece tre i gruppi di Avane. Gli ultimi in ordine di tempo sono stati in zona Corea, quindi Via Volturno e Via Po a Serravalle.



Tag

Migranti, naufragio a Lampedusa: i corpi ritrovati tra robot e lacrime

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità