QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 15°25° 
Domani 14°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 22 ottobre 2019

Attualità martedì 17 gennaio 2017 ore 10:00

Il banchetto nazista fa arrabbiare l'Anpi

L'Anpi condanna la presenza dell'espositore di estrema destra

L'associazione dei partigiani si scaglia contro la presenza di un espositore che a Militoscana offriva simboli di estrema destra



EMPOLI  — "Non oggetti storici ma propaganda fascista". Le Anpi di Empoli, Montelupo Fiorentino, Montespertoli, Vinci e Fucecchio protestano contro uno degli espositori di Militoscana, la mostra scambio di oggetti militari organizzata lo scorso fine settimana presso il palazzo delle Esposizioni di Empoli.

In uno degli stand, infatti, erano in vendita busti di Benito Mussolini, manganelli e bandiere con il simbolo della svastica. La sindaca Brenda Barnini aveva già condannato il fatto. Alla sua voce si aggiunge quella dell'Anpi: “Questi oggetti - dicono le sezioni Anpi - non sono oggetti storici, ma di pura propaganda post-fascista, che non siamo disposti ad accettare nel nostro territorio, né ora né mai. Come Anpi contrastiamo infatti la vendita di oggetti inneggianti al fascismo di nuova produzione, che di storico-militare non hanno proprio nulla”.

“Chiediamo - concludono le sezioni Anpi - sia al Comune di Empoli che affitta lo spazio che all’organizzazione della rassegna di prestare maggiore attenzione agli espositori e di non permettere più all’interno di una manifestazione dedicata al collezionismo e agli oggetti storici di antiquariato militare la vendita di feticci del passato più triste della nostra storia”.



Tag

«L'abbraccio», la storia mai raccontata del giudice Saetta e del figlio uccisi dalla mafia diventa un film

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Cronaca

Cronaca

Attualità