Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:EMPOLI21°37°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
sabato 31 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Crolla a peso morto alle parallele: Simon Biles spiega i «twisties» con un video su Instagram

Attualità venerdì 18 giugno 2021 ore 11:04

La solidarietà fa tecnologica la terapia intensiva

La nuova dotazione tecnologica

Nel reparto dell'ospedale San Giuseppe è arrivata una rete di computer medicali, dono della comunità che ha dato vita a una raccolta fondi



EMPOLI — La solidarietà rende più tecnologica la terapia intensiva dell'ospedale San Giuseppe di Empoli. Il reparto diretto dal dottor Rosario Spina si è appena dotato di una rete tecnologica di computer medicali grazie al gesto di solidarietà di imprese, associazioni e di singoli cittadini del territorio che durante la fase pandemica hanno voluto dare il loro contributo in una raccolta fondi. 

Ciascun computer medicale è disposto accanto al letto del paziente per una valutazione clinica in prossimità, senza la necessità di spostarlo dalla terapia intensiva, composta da 12 posti letto, 5 dei quali ancora dedicati ai pazienti Covid.

Questi computer medicali, dotati di tecnologia all’avanguardia, sono adatti per essere facilmente sanificati e contribuiscono a migliorare la qualità delle cure grazie alla possibilità di acquisizioni dati da sistemi di monitoraggio, interfacciamento con tutte le apparecchiature, terapia con tracciabilità del prescrittore ed esecutore collegata al singolo paziente. Consentono inoltre una riduzione dell'errore umano.

“Sempre più il lavoro degli anestesisti rianimatori al letto del paziente critico si sviluppa con la filosofia del point-of-care, ovvero quella di portare ed eseguire valutazioni cliniche e strumentali nel modo più comodo e immediato per il paziente. Ciò aumenta la probabilità che il paziente, il medico ed il team assistenziale possa ricevere i risultati più rapidamente. Inoltre comporta che le decisioni diagnostiche e terapeutiche e le ulteriori analisi da effettuare siano eseguite con una maggiore immediatezza", spiega Spina.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La coppia bollente era stata ripresa da un telefonino e il video circolava sul web. La polizia lo ha usato per identificare uno dei protagonisti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità