QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 15°25° 
Domani 12°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
mercoledì 18 settembre 2019

Cronaca giovedì 22 agosto 2019 ore 11:51

Tagli boschivi, denunce e multe

Controlli dei Carabinieri Forestali sui tagli boschivi: tagliatori non in regola con il permesso di soggiorno. Denunciati operai e titolare



GAMBASSI TERME — I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Empoli si sono recati in località “La Fungaia” del Comune di Gambassi Terme per eseguire un controllo su un taglio boschivo in corso. 

Giunti sul posto hanno constatato la presenza di due soggetti nei pressi dell’imposto della legna tagliata ed accatastata. 

I due sono stati identificati come cittadini di nazionalità albanese, non in regola con il permesso di soggiorno. Per i due è stato contestato il reato di soggiorno illegale e quindi segnalati alla Procura della Repubblica di Firenze.

Dagli accertamenti condotti dai militari è stata individuata la ditta boschiva che aveva in carico l'esecuzione del taglio ed eseguito un controllo sulle maestranze che operavano sul cantiere. Per i due soggetti identificati il titolare della ditta non è stato in grado di attestare la regolare assunzione. Per questo il titolare della ditta boschiva e datore di lavoro, acquirente del bosco oggetto di taglio, è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria.

Sono state poi elevate sanzioni amministrative per un totale di 4500 euro a carico del titolare della ditta e delle maestranze per omissione degli obblighi relativi al tesserino di identificazione ed irregolarità riscontrate sul taglio boschivo. 

"Le imprese boschive a partire dal 1° gennaio 2018 - hanno specificato i Carabinieri - devono garantire la riconoscibilità del personale tramite apposito tesserino di identificazione da esibire assieme ad un documento di identità. Si riscontra sempre più spesso l’impiego di persone irregolari nei cantieri forestali per la natura stessa del luogo di lavoro impervio e poco visibile, che consente di coprire posizioni non lecite, come la mancanza del permesso di soggiorno."



Tag

Caporalato digitale tra rider, account italiani venduti a migranti irregolari: «Dammi il 20% e ti cedo la account»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca