QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 16°28° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
sabato 17 agosto 2019

Attualità venerdì 19 luglio 2019 ore 14:31

Il futuro urbanistico di Empoli

Tanti nuovi progetti. Il Comune punta alla realizzazione della strada che collegherà la statale 67 con il quartiere di Serravalle



EMPOLI — Incontro partecipativo ieri sera, al Museo del Vetro di Empoli, fra il sindaco Brenda Barnini, i funzionari del settore tecnico del Comune e numerosi cittadini e professionisti del settore, per parlare e confrontarsi su un nuovo provvedimento urbanistico portato avanti in queste settimane dall’amministrazione comunale.

È stata presentata unavariante che ha l’obiettivo di concludere i procedimenti prevalentemente legati a Piani Attuativi già presentati, che non sono stati convenzionati nei termini di validità del Regolamento Urbanistico. La variante intende nello specifico riattivare alcune delle previsioni decadute, con eventuali modifiche di minima entità, per completarne i relativi procedimenti e consentire i successivi atti autorizzativi.

La variante offre all’amministrazione anche l’opportunità di reiterare (e solo in un caso introdurre ex novo) vincoli preordinati all’esproprio collegati alla realizzazione di specifiche opere pubbliche, considerate a tutt’oggi strategiche e di rilevante interesse pubblico.

A introdurre il provvedimento è stato la stessa Brenda Barnini: “Questa variane consente di portare avanti piani di sviluppo per la nostra città, di non fermarci. Dove possibile daremo l’opportunità a chi aveva progetti di sviluppo di proseguire, secondo le nuove norme che sono emerse nel frattempo. Non solo, vogliamo mettere il nostro Comune nelle condizioni di realizzare infrastrutture fondamentali come la strada di collegamento tra Serravalle e la statale 67 Tosco Romagnola. Il collegamento viario tra Serravalle e la statale è una delle priorità del nostro programma di mandato e questa scelta ci consente di garantire, con sicurezza, ai cittadini che la realizzeremo in questi 5 anni".

"La città cambia e noi vogliamo essere pronti. Stiamo lavorando per aggiornare la pianificazione territoriale e urbanistica del nostro territorio per immaginare un nuovo sviluppo della città. Lo faremo dotandoci di un Piano Strutturale Intercomunale e un nuovo Piano Operativo – spiega il vicesindaco Fabio Barsottini, presente all’incontro del MuVe –. Nel frattempo non siamo voluti restare fermi, ma anzi abbiamo voluto dare l'opportunità di concludere lo sviluppo di alcune aree della città con la variante presentata ieri".

All’incontro del Museo del Vetro erano presenti Edo Rossi, dirigente Settore Tecnico del Comune di Empoli;
Romina Falaschi, garante dell'informazione e della partecipazione del Comune di Empoli; Giovanni Parlanti, architetto, coordinatore del Gruppo di Progettazione della variante urbanistica; e Simone Pozzolini, ingegnere idraulico per HS ingegneria srl, società del Gruppo di progettazione della variante urbanistica.

La necessità di questa variante deriva dalla scadenza del 24 dicembre 2018, quando sono decadute le previsioni del Regolamento Urbanistico relative alle trasformazioni degli assetti urbanistici, infrastrutturali ed edilizi del territorio, soggette a cosiddetto PUA - Piano Urbanistico Attuativo. Sono decadute perché non sono state attuate dai privati entro i cinque anni dall’approvazione del Regolamento Urbanistico o perché non è stata stipulata la relativa convenzione.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Politica