QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 16°27° 
Domani 15°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 17 settembre 2019

Attualità martedì 09 settembre 2014 ore 15:58

10.544 alunni nella 'città degli studenti'

Il sindaco, Brenda Barnini, ha incontrato i dirigenti degli istituti e presentato i numeri dell'anno che sta per cominciare. Lavori per 244.000 euro



EMPOLI — Il numero degli studenti di ogni ordine e grado che frequenteranno le scuole empolesi è in leggero aumento, seguendo un trend che ormai va avanti da diversi anni. 

Gli oltre 10.500 alunni rappresentano più del 20% del totale dalla popolazione empolese e questo numero dimostra il fatto che Empoli svolge ormai da anni un ruolo attrattivo, per quanto riguarda l'offerta scolastica, anche per tanti giovani che vivono nei Comuni limitrofi e oltre. 

Analizzando questo primo dato il sindaco ha auspicato che l'importanza di Empoli da punto di vista scolastico dovrebbe essere riconosciuta dalla nascente Città Metropolitana con una sorta di 'Status di città degli studenti'.

Più della metà dei 10.500 ragazzi che frequentano gli istituti empolesi sono studenti delle scuole superiori che sono iscritti ai licei o agli istituti professionali, con numeri leggermente più alti per i primi. Più del 90% frequenta la scuola pubblica ma la presenza degli istituti privati parificati è ancora forte e radicata.

Passando al tema dell'edilizia scolastica il sindaco ha messo in evidenza il numero delle scuole direttamente gestite dal Comune di Empoli: 6 asili nido, 13 scuole dell'infanzia, 14 scuole elementari e due edifici della scuola media Busoni-Vanghetti. Edifici che si sommano a quelli utilizzati dalle scuole superiori parlando dei quali Barnini ha sottolineato la difficoltà di gestione vista la soppressione delle Province e la mancanza di chiarezza relativa alla distribuzione delle funzioni che erano attribuite a questo ente, compresa l'edilizia scolastica per le scuole superiori.

Nonostante queste incertezze il sindaco ha tenuto ad elencare i lavori che sono stati eseguiti o messi in cantiere quest'anno per rendere le scuole cittadine più moderne, funzionali e sicure.

Da gennaio a giugno, quindi nel corso del precedente mandato amministrativo, sono stati eseguiti lavori per un totale di 84.000 euro. La giunta Barnini, da giugno ad oggi, ha messo in cantiere lavori, che sono già in corso, per un totale di 160.000 euro.

L'illustrazione dei dati relativi all'anno scolastico che sta per cominciare si è conclusa con i numeri relativi alla mensa comunale e al trasporto scolastico.

Nel corso dell'anno scolastico 2013/2014, e per il prossimo anno i numeri saranno più o meno gli stessi, ha distribuito 418.443 pasti per la grande maggioranza destinati ai bambini degli asili nido, delle scuole per l'infanzia e della scuola primaria. Su questo punto il sindaco ha difeso il fatto che il 40% dei 2.249.000 euro del costo del servizio è a carico della fiscalità generale. Questo è dovuto al fatto, ha concluso Barnini, che la garanzia del servizio della mensa per i bambini non è solo un 'vantaggio' per le famiglie dei bambini stessi ma un elemento che caratterizza tutta la comunità.

Il trasporto scolastico infine, che ha un costo di circa 700.000 euro l'anno, è garantito da 9 pulmini che trasportano 630 ragazzi, dei quali 202 della scuola dell'infanzia e 428 della scuola primaria.



Tag

Scissione PD, le risate di Di Pietro: "Non sapevo nulla"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Politica