Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:58 METEO:EMPOLI10°21°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
giovedì 06 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Cerciello, la vedova in lacrime: «Questa sentenza non mi riporterà Mario»

Attualità giovedì 22 aprile 2021 ore 10:47

Una chiesa sconosciuta sulla linea di San Michele

Restauro per l'antico edificio risalente al 1200 che custodisce un affresco della prima metà del Quattrocento raffigurante il giudizio universale



MONTELUPO FIORENTINO — Nel Comune di Montelupo c'è un piccolo gioiello a molti sconosciuto, un antico edificio risalente al 1200 che custodisce una delle opere di maggior pregio sul territorio, un affresco risalente alla prima metà del Quattrocento raffigurante il giudizio universale. 

La chiesa di San Michele a Luciano è collocata, con ogni probabilità, sulla cosiddetta “linea di San Michele” che parte dal santuario di Skellig Michael in Irlanda e arriva al monastero del monte Carmelo in Israele, e lungo la quale si trovano tutti i principali edifici religiosi dedicati all’Arcangelo, come la suggestiva Mont Saint-Michel francese e la Sacra di San Michele a Torino.

Si tratta di uno dei beni che il Comune di Montelupo Fiorentino ha scelto di candidare per l’Art Bonus.

Grazie ai fondi raccolti fino ad oggi e all’investimento di un avanzo di bilancio dello scorso anno è stato possibile effettuare lavori sulla struttura per salvaguardare l'affresco attribuibile a un pittore di scuola fiorentina, ingaggiato dalla famiglia Frescobaldi che all’epoca possedeva la chiesa.

Con un investimento di circa 50.000 euro è stato rifatto il tetto, consolidato il paramento murario e sistemata la vela campanaria. Rimane ora da recuperare gli interni, in particolare il pavimento, la scalinata e l’altare; oltre che restaurare l’affresco.

L'assessore al patrimonio Lorenzo Nesi ha commentato "Siamo felicissimi di aver messo in salvo questo bene artistico e architettonico così prezioso per Montelupo. Un obiettivo ritenuto impossibile solo fino a qualche anno fa. Adesso non dobbiamo fermarci però, iscrivendo anche gli interni sull'artbonus, e portando a compimento il recupero della Cappella Mannelli di Fibbiana, e per quelle nell'orto dei frati alcantarini all'Ambrogiana, nei pressi della villa medicea."

L’edificio può essere ammirato percorrendo il sentiero di trekking del bosco di Camaioni, che costeggia anche l’osservatorio astronomico di San Vito per poi giungere ai resti archeologici di un antico castello sulla cima della collina.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gli ispettori e la polizia municipale sono intervenuti a seguito della segnalazione dei cittadini che hanno notato la discarica lungo la strada
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità