Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:58 METEO:EMPOLI10°21°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
giovedì 06 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Cerciello, la vedova in lacrime: «Questa sentenza non mi riporterà Mario»

Attualità martedì 04 maggio 2021 ore 13:14

Il malessere da covid colpisce giovani e donne

Lo sportello psicologico del Comune di Montespertoli ha registrato la difficoltà della gestione del periodo dettato dall’emergenza da Covid 19



MONTESPERTOLI — Lo sportello psicologico del Comune di Montespertoli, attivato dal Centro Infanzia, Adolescenza e Famiglia, ha offerto ascolto gratuito e riservato ai cittadini e dopo 5 mesi ha tracciato un bilancio dell'attività.

"I dati emersi evidenziano quanto il malessere sia diffuso nelle famiglie. Ciò ci motiva a proseguire il percorso intrapreso potenziando il servizio, con l’auspicio di poter riuscire ad accogliere il bisogno, a garantire l’ascolto ed a fornire strumenti utili per gestire e contenere il disagio e le difficoltà che lo accompagnano" ha detto l'assessore alle Politiche Sociali e Sanitarie e Politiche Abitative e per le famiglie, Daniela Di Lorenzo.

Una prima analisi dei dati, derivanti dal monitoraggio dell’attività finora svolta. Da Ottobre 2020 a Febbraio 2021 si sono rivolte al servizio circa 30 persone, di età compresa fra i 9 e gli 81 anni. In prevalenza, famiglie, giovani e coppie e le fasce di età maggiormente rappresentate sono tra i 16 e i 40 anni e tra i 41 e i 60 anni. Le donne costituiscono il 91% dei richiedenti il servizio che, nelle fasce di età 0-20 e 21-40 anni, raggiungono addirittura il 100%.

Le tematiche trattate: comune a tutti la difficoltà della gestione del duro periodo dettato dall’emergenza sanitaria da Covid 19, che ha fatto crescere il senso di malessere. 

Spicca il disagio manifestato dai bambini e dagli adolescenti. In prevalenza i giovani hanno dichiarato di sentirsi soli e impreparati ad affrontare l'isolamento e le nuove modalità di didattica a distanza inoltre, non poter frequentare liberamente amici e parenti li ha resi ancora più fragili.

Il malessere dei giovani è accompagnato dal disagio delle coppie (rappresentate in prevalenza dalle donne), che faticano a gestire contemporaneamente famiglia e lavoro in smart working creando frustrazione e malessere. La richiesta di aiuto si è concentrata, in prevalenza, nella ricerca di strumenti utili ad affrontare questa nuova quotidianità.

Il servizio aperto al martedì e giovedì, per 6 ore la settimana, propone colloqui individuali con lo psicologo.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gli ispettori e la polizia municipale sono intervenuti a seguito della segnalazione dei cittadini che hanno notato la discarica lungo la strada
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità