QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 19° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
mercoledì 14 novembre 2018

Spettacoli giovedì 30 agosto 2018 ore 10:01

Il Palio del Cerro presentato a Firenze

La manifestazione storica presentata in Regione, al palazzo del Pegaso. Giani: “Cerreto Guidi deve sentirsi un po’ capitale della Toscana”



CERRETO GUIDI — “Cerreto Guidi, nel momento in cui vive il Palio dei cinquant’anni, deve sentirsi un po’ capitale della Toscana”. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, in apertura della conferenza stampa di presentazione di questa particolarissima edizione del Palio del Cerro, in sala Barile nel palazzo del Pegaso della Regione, a Firenze. 

Il presidente ha ricordato che si tratta di una manifestazione tra le più importanti a livello nazionale, nata nel 1969 come rievocazione storica di un’antica tradizione di corse a cavallo in onore di Santa Liberata. “Si tratta di una manifestazione che affonda le radici nella seconda metà del Settecento – ha sottolineato Giani – Una storia scandita dai palii, raccolti in una mostra nelle cantine della Villa Medicea, che ha visto il 16 luglio del 1576 l’uccisione di Isabella dei Medici da parte del marito geloso Paolo Giordano Orsini”.

Tiro con la balestra, tiro della fune, lancio degli anelli, corsa sui ‘troppoli’, corsa nella bigoncia, sono le gare in cui sabato primo settembre si misureranno le quattro contrade –Santa Maria al Pozzolo, Porta al Palagio, Porta Caracosta e Porta Fiorentina – che si apprestano a vivere in prima persona l’atmosfera di questa edizione speciale, accompagnata da una ricca serie di iniziative, che partiranno venerdì 31 agosto e si concluderanno sabato 8 settembre.

“Cinquant’anni sono tanti. Il traguardo non era scontato – ha sottolineato il sindaco Simona Rossetti – È la festa di una comunità che ha lavorato molto sia all’inizio, per dare corpo alle idee di Luciano Artusi, sia nel successivo lavoro di rinnovamento, che non ha snaturato l’idea originaria. È una festa di un pezzo della Toscana e della sua storia, con comuni origini medicee, che vogliamo ricordare e tenere viva”.

A questo scopo è stato fatto un grande lavoro di ricerca sul materiale fotografico disponibile. “Una parte è stata utilizzata per il libro – ha ricordato Lorenzo Brunori della Pro Loco – Un’altra parte è stata raccolta in una mostra nella Palazzina dei cacciatori. Per l’occasione i locali della Villa Medicea sotto la scalinata del Buontalenti, che ospitano la raccolta di tutti i palii, saranno aperti al pubblico”.

“Poche altre manifestazioni hanno un corteo storico così numeroso e cosi curato come il nostro – ha infine sottolineato Alessio Galasso, presidente del Comitato del Palio –. La grande sfilata in costume rinascimentale per le vie del centro storico e lo spettacolo davanti alla villa medicea con oltre cinquecento figuranti lo dimostreranno”.

Nel frattempo, nella serata di lunedì 27 agosto, in Piazza Vittorio Emanuele II, è stato ufficialmente presentato il libro “50 anni di storia del Palio” (Tagete edizione). Per parlare del volume (336 pagine e 500 foto) sono intervenuti il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani e l’ex direttore del Calcio Storico Fiorentino Luciano Artusi che fu tra gli artefici della nascita del Palio del Cerro.

La serata, alla presenza del Sindaco Simona Rossetti, del presidente della Pro Loco Marco Iuliucci, dell’editore Michele Quirici e delle contrade, ha posto l’accento sulla prestigiosa storia del Palio e sull’importanza del volume che per consentire di ospitare al suo interno anche il Palio della 50°edizione, sarà in vendita da venerdì 31 agosto 2018.

Ieri sera, invece, in Piazza Vittorio Emanuele II, è stato consegnato il “Cerrino d’Oro”. Il premio, istituito nel 1997 da Sergio Brotini, viene attribuito a chi si sia particolarmente distinto per il suo impegno nel campo della cultura, del lavoro, dell’imprenditoria, dello sport e della solidarietà contribuendo a elevare il nome di Cerreto Guidi e a diffonderne l’immagine anche al di là dei confini locali. Quest’anno il premio, in occasione del 50°del Palio, è andato all’Associazione Pro Loco: un premio “corale” a tutti gli uomini e le donne della Pro Loco che si sono succeduti negli anni portandone avanti le numerose attività a sostegno di Cerreto Guidi.

In attesa del vero Palio di sabato 1 settembre, un primo assaggio di Palio si avrà già oggi, giovedì 30 agosto alle 18, con la disputa dei giochi tra le squadre di Cerreto Guidi e di Saint Marcel, la città francese gemellata da tanti anni con il borgo mediceo. Il Palio del Gemellaggio sarà il preludio alla cittadinanza onoraria ufficialmente conferita questa sera alle 21 nel Giardino antistante la Villa Medicea, al Sindaco di Saint Marcel Gerard Volpatti. A seguire si terrà uno dei momenti più solenni della settimana del Palio con la Benedizione dei Cenci, alla presenza delle autorità civili e religiose. Come noto, il Palio 2018 è stato dipinto dall’artista livornese Dario Ballantini che sarà presente alla cerimonia.

Il Palio dei ragazzi, in programma sabato 8 settembre, è stato invece realizzato da Michele Maioli, un artista originario di Palaia.

Sempre oggi giovedì 30 agosto 2018, alle 16 nella Villa Medicea, la Conferenza sulla storia delle bandiere in età rinascimentale, curata da Andrea Pistilli della Federazione Italiana Sbandieratori.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Cronaca